Vi ronzano le orecchie? Tutta colpa del cellulare

Siete “cellulare-dipendenti”? Trascorrete ore e ore al telefonino, per i motivi più svariati? Sudate freddo quando si scarica la batteria del vostro piccolo compagno elettronico, o quando le tacche sullo schermo scendono drammaticamente ad indicare il temuto “non c'è campo”?

 

Attenzione a non eccedere nell'uso del cellulare, potreste andare incontro ad un disturbo dell'udito piuttosto fastidioso. Si chiama acufene e produce nelle nostre orecchie continui ronzii e rumori indesiderati.

 

Secondo uno studio austriaco pubblicato sulla rivista 'Occupational and Environmental Medicine', tra gli imputati accusati di far insorgere il problema ci sarebbe proprio il telefonino.

 

L'equipe dell'Università di Vienna ha condotto le ricerche su 100 persone affette da acufene e 100 sane. Lo scopo era quello di confrontare nei due gruppi il diverso uso del cellulare. I dati hanno mostrato come i ronzii fossero più frequenti del 70% nei soggetti che per più di 10 minuti al giorno non staccano l'orecchio dal telefono portatile.

 

Di qui l'ipotesi che una delle cause dell'acufene possa legarsi alle "chilometriche" chiacchierate che sempre più persone intrattengono attraverso l'apparecchio. Non significa che il disturbo uditivo abbia fatto la sua prima apparizione con i primi esemplari di cellulare: ben prima dell'era della telefonia mobile, l'acufene colpiva persone vittime di traumi alla testa, o sottoposte a forti rumori, o ancora dediti all'assunzione di particolari sostanze.

 

L'origine esatta del fenomeno, tuttavia, resta tutt'oggi incerta. Un ulteriore elemento di giudizio potrebbe correre in aiuto degli studiosi nel caso si riuscisse a dimostrare un aumento dell'incidenza di acufene negli ultimi anni, di pari passo, quindi, con l'ormai dilagante diffusione del telefonino.

( Fonte: milanoweb.com )

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog