Pubblicato da Cronache Lodigiane

http://www.informasalus.it/data/foto/u/usa-insetti-resistenti-a-mais-ogm_2203.jpgNegli Stati Uniti si stanno rivelando inefficaci le piante geneticamente modificate per resistere all'attacco della diabrotica, un insetto predatore che colpisce in modo particolare il mais. A lanciare l'allarme sono stati ventidue entomologi, autori di una lettera indirizzata all'Agenzia per la protezione ambientale (EPA) sulla base di testimonianze e controlli effettuati in Illinois, Iowa, Minnesota, Nebraska and Sud Dakota.

La preoccupazione degli entomologi, coordinati da Joseph Spencer, professore all’Università dell’Illinois, riguarda i possibili danni al sistema di produzione agricola di ampie aree, basato sulla monocoltura del mais destinato sia all’industria mangimistica che a quella di trasformazione in bioetanolo.

Il problema riguarda un tipo di mais transgenico, il MON 88017, che esprime la proteina Cry3Bb1, sviluppato da Monsanto e autorizzato per la coltivazione nel 2003.

Alcuni ricercatori dello Iowa State University dallo scorso anno avevano documentato la presenza nei campi di una vasta popolazione di insetti (il 50% circa), diventati resistenti alla proteina Cry3Bb1espressa da alcuni ibridi di mais Bt, e avevano segnalato la necessità di rivedere le linee guida per la gestione delle coltivazioni transgeniche, in particolare la distanza di separazione tra i campi coltivati con il mais OGM e quelli convenzionali.

( Fonte: www.informasalus.it)

Commenta il post

Condividi questa pagina Facebook Twitter Google+ Pinterest
Segui questo blog