Usa, 50 anni fa il discorso MLK: uguaglianza lontana per il 45%

http://italian.irib.ir/media/k2/items/cache/b7d36176c5729b4c36e58fbb2e873894_L.jpg'I Have a Dream'. Era il 28 agosto 1963 quando Martin Luther King pronunciò queste parole nello storico discorso in occasione della marcia per il lavoro e la libertà che radunò a Washington oltre 250mila persone.

Un messaggio di speranza e lotta per un mondo migliore e privo di diseguaglianze. Meno di cinque anni dopo il reverendo fu ucciso, ma il suo messaggio ha continuato a vivere nelle generazioni. E oggi, a 50 anni da quel giorno, il sogno di Martin Luther King non si sia ancora realizzato. Secondo il centro di ricerca di Washington, poco meno della metà dei cittadini statunitensi (il 45%) pensa che negli ultimi 50 anni ci siano stati dei progressi per l'eliminazione delle discriminazioni razziali. L'elezione di Barack Obama, il primo presidente statunitense di origini afroamericane, è considerato un passo avanti importante, ma il colore della pelle è un elemento che difficilmente passa inosservato tra gli elettori. Lo dimostrano episodi vecchi e nuovi. Stando ai dati elaborati da Pew Research Center, è crollata ai livelli del 2007 la percentuale di cittadini convinti che ci siano stati miglioramenti sul tema oggetto del sondaggio. Solo un afroamericano su quattro pensa che la situazione sia migliorata rispetto a cinque anni fa, in calo dal 39% del 2009. Tra le persone di razza bianca, si è passati al 35% dal 49%. Nel complesso, il 49% degli americani afferma che "molto lavoro" deve ancora essere fatto per eliminare le discriminazioni. Tra gli afroamericani sono otto su dieci (il 79%) a pensarlo, contro il 44% degli individui di razza bianca e il 48% degli ispanici. Nell'ultimo anno sono stati gli afroamericani a sentirsi più penalizzati per il colore della loro pelle: sono il 35% contro il 20% degli ispanici e il 10% delle persone di razza bianca. In particolare, percepiscono un trattamento meno equo da parte della polizia, nei tribunali, nelle scuole pubbliche e sul posto di lavoro.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog