" Una campagna pubblicitaria che fa lavorare i carrozzieri"

Riceviamo e pubblichiamo

 

Nutro grandi perplessità sull’idea balzana di aver piazzato automobili gravemente incidentate a tutti gli angoli d’ingresso alla città di Lodi con la volontà - così mi hanno detto - di far ragionare i ragazzi a non schiacciare l’acceleratore della propria vettura, perché così facendo rischiano di rimetterci la vita.

 

A mio avviso ai ragazzi non gliene frega niente.

Il problema è che la gente, come ho visto in due casi nella scorsa settimana, ignara della campagna pubblicitaria, arriva all’incrocio, vede l’auto capovolta, pensa a un incidente grave appena capitato, frena di colpo e quello dietro lo tampona. Per non dire di chi, mentre guida, guarda l’auto incidentata e non si accorge che quello davanti ha frenato di colpo. Io ho l’auto tamponata.
Risultato: stanno lavorando bene i carrozzieri di Lodi e circondario.
Non so di chi sia stata questa idea ( mi hanno detto delle scuole, ma non posso crederci!) ma ci sarà ben stata una persona che dovrebbe avere la testa a posto e che ha autorizzato la concretizzazione di questa campagna pubblicitaria che però ottiene l’effetto contrario.
Mi piacerebbe che chi ha ideato questa idea me la spieghi bene. Non è che si tratta di qualcuno che è lautamente pagato dai carrozzieri?

 

Autore: Francesca Dimitri

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog