UN PREZZO( forse)TROPPO ALTO - DI GIANDIEGO MARIGO

http://sphotos-e.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash3/26338_1163597704687_6969812_n.jpgFaccio sempre più fatica, a livello umano e spirituale, ad accettare le logiche che vengono richieste in questa fase della politica “ Made in Italy”. Questa “ contrapposizione” vera od inventata che sia, gonfiata o realmente vissuta, mediatica o fortemente sentita, sta pretendendo da me un prezzo altissimo. Sto perdendo amici, alcuni inventati e virtuali, tipici del social, ma ai quali mi lega comunque un vero affetto, altri reali e concreti, fisicamente presenti nella mia vita. Vedo attorno a me un gioco di sciacalli senza fine in attesa di una morte annunciata, calcolata, fortemente voluta. Sto trovando problemi in casa, con i miei figli, addirittura con la donna della mia vita. È UN PREZZO ALTO...TROPPO! Sono convinto di quello che faccio, ma come posso portare avanti una cosa che mi sta procurando insulti, derisioni, dolore. E se sbagliassi io? Come potrei giustificare poi a me stesso una “durezza” che mi allontana dai miei affetti? Che colpisce così follemente ed anche un poco stupidamente lo stare degli italiani ed il mio? Io non credo che sia giusto quello che si sta facendo, non credo vi sia nulla di costruttivo o di buono in questo marasma, nulla può giustificare questa carica di rancore che è calata sul paese, è una follia! Se è una montatura, una manipolazione, come temo, è di una crudeltà inaudita. Non mi interessa di stabilire chi abbia cominciato, né di chi sia la colpa, per me la responsabilità principale è del potere e della sua capacità di manipolazione della realtà, chiunque sia il burattino o il gruppo di marionette che ha cominciato questo sporchissimo gioco. BASTA! Non ho intenzione di farmi trascinare indietro in una logica di contrapposizione e di solitudine dell'eroe. La solitudine è per me cosa troppo seria per giocarci. È evidente, per me, palese, che in un modo o nell'altro questa situazione sia , comunque e sempre funzionale al potere...ma uccide, fa male, provoca dolore e separazione ed io a questo punto mi chiedo se sia giusto e se ne valga la pena.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog