" Tournée " La recensione di Sara Michelucci

http://www.altrenotizie.org/images/stories/2011-3/tournee_locandina.jpgIl new-burlesque visto attraverso le peripezie di una compagnia di spogliarelliste californiane che gira la Francia, proponendo uno spettacolo fatto di piume, umorismo, musica e lustrini. Tournée, diretto dall’attore-regista Mathieu Amalric, mette in scena la storia di un impresario (interpretato dallo stesso Amalric) e di cinque ballerine americane, mostrando tutte le difficoltà, i sacrifici, ma anche il divertimento del mondo dello spettacolo. Joachim, che per anni ha lavorato in televisione come produttore, vuole tornare sulla cresta dell’onda, proponendo lo spettacolo di burlesque nei vari teatri francesi. Ma una volta che il tour è iniziato, gli imprevisti e le difficoltà affioreranno copiosi.

 

Il povero Joachim, che ha impresso sul volto e nel fisico le fatiche e gli errori di una vita, dovrà appellarsi a tutte le sue energie per tenere d’occhio le spogliarelliste - che non vogliono andare a dormire e faticano a svegliarsi ad un orario decente la mattina seguente - aver cura dei propri figli, che non nutrono grande affetto per questo padre sempre assente; mantenere l’ex moglie, ma soprattutto trovare un teatro e farsi dare il giusto compenso per lo spettacolo. Il new-burlesque è nato negli anni Novanta, sull’onda della cultura vintage e tra i nomi di spicco vede Immodesty Blaize, Dirty Martini, Julie Atlas Muz, le Pontani Sisters e Dita Von Teese.

 

Il cast è formato da vere performer di questo genere, cosa che dà ancora più credibilità alle esibizioni che si alternano nel film. Burrose e eccentriche ballerine, che si agitano (e agitano) sul palcoscenico, raccontando un mondo a metà strada tra arte e voyeurismo.

 

Parigi è la meta, il punto d’arrivo. Ma la strada verso la Ville lumiere poterà a galla il passato, i ricordi, i vecchi amori e gli amici diventati nemici. Pugni allo stomaco, ma anche moniti dai quali ripartire e sperare in nuovi amori e nuove strade. Uno stress ben visibile nelle tante sigarette e nel look sfatto di Joachim.

 

Il cinema francese di questo tipo riesce a comunicare allo spettatore qualcosa in più di quello che si vede semplicemente passare sullo schermo. E nel volto scavato e inquieto di Amalric si colgono sfaccettature importanti. Una vita ‘estrema’, fatta di errori e solitudine, di frenesia e dove sembra che il sonno (la calma?) non arrivi mai. La scena finale è azzeccatissima, dove la musica, finalmente a tutto volume, non dà più fastidio, ma è un elemento liberatorio.

 

Tournée (Francia 2010)

regia: Mathieu Amalric

sceneggiatura: Mathieu Amalric, Philippe Di Folco, Marcelo Novais Teles

attori: Mathieu Amalric, Anne Benoit, Antoine Gouy, Aurélia Petit, André S. Labarthe, Pierre Grimblat, Damien Odoul, Laurent Roth

Ruoli ed Interpreti

fotografia: Christophe Beaucarne

montaggio: Annette Dutertre

produzione: Les Films du Poisson, Sofica Europacorp

distribuzione: Nomad Film

( Fonte: www.altrenotizie.org)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog