Spunta l'elenco segreto dei "siti nucleari" italiani

http://www.ecoo.it/wp-galleryo/siti-nucleari-il-no-di-4-regioni/mappe-nucleari.jpgL'elenco dei siti in cui potranno sorgere le centrali nucleari, nonché quello dei possibili siti del deposito nazionale delle scorie radioattive sono belli e pronti, anche se il governo non li rende noti. È quanto sostengono i parlamentari del Pd che si occupano del «Dossier nucleare», che hanno presentato una serie di interrogazioni.

La prima mappa, quella relativa alle centrali, spiega Ermete Realacci, responsabile green economy del partito, ricalca quella fatta nel 1979 dal Cnen (Comitato nazionale per l'energia nucleare), poi andata in soffitta dopo il referendum e comprende 52 siti.

In proposito Realacci ricorda di aver presentato un'interrogazione il 12 gennaio del 2010, in cui il governo non negò la validità della mappa. «I vincoli per identificare i siti – osserva – sono dati a priori: devono essere località geologicamente stabili, devono avere tanta acqua ed essere relativamente poco popolose. L'incrocio di questi tre fattori non produce mille siti, ma quelli elencati dal Cnen nel 1979, anche se il governo fa slittare sempre il momento in cui renderlo pubblica».

Analogo è il discorso sul luogo deputato ad ospitare il deposito delle scorie radioattive, non ancora indicato dopo il «niet» di Scansano Jonico. I senatori Pd Roberto Della Seta e Francesco Ferrante, hanno presentato una interrogazione per chiedere conferma sulle notizie circolate, secondo cui la Sogin ha trasmesso al ministero un elenco di 52 località adatte ad ospitare l'impianto: le aree individuate riguarderebbero, tra l'altro, il viterbese, la Maremma, l'area di confine tra la Puglia e la Basilicata, le colline emiliane, alcune zone del piacentino e del Monferrato.

Tra i 52 siti quattro sono in Calabria e quattro in Sicilia.

Calabria – 1) Area costiera di Sibari (Cosenza); 2) la zona costiera tra il fiume Nicà e la città di Cosenza; 3) la zona costiera ionica vicino alla foce del Neto (Crotone) a nord di Crotone (Marina di Strongoli, Torre Melissa, Contrada Cangemi, Tronca); 4) la zona costiera ionica in corrispondenza di Sella Marina, tra il fiume Simeri e il fiume Alli (Catanzaro)

Sicilia – 1) zona costiera intorno al comune di Licata (Agrigento); 2) la zona costiera tra Marina di Ragusa e Torre di Mezzo (Ragusa); 3) la zona costiera intorno a Gela (Caltanissetta); 4) la zona costiera a sud di Mazara del Vallo (Trapani). ( Fonte: www.gazzettadelsud.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog