Somaglia: giù le querce per fare la ciclabile

Destino segnato per 32 querce che verranno tagliate per far spazio ad una pista ciclabile.

 

Le motoseghe saranno in azione fino a venerdì 29 quando completeranno il lavoro, secondo il programma messo nero su bianco dall’Amministrazione comunale, continueranno a funzionare fino a quando gli alberi del tratto di via Autostrada del Sole non saranno abbattuti.

 

In municipio, nei giorni scorsi, erano arrivate un paio di lettere di alcuni residenti del viale alberato che esprimevano il proprio dissenso ed una serie di perplessità in merito alla decisione di tagliare le piante. “Sono essenze sane e non vi è assolutamente la necessità di eliminarle per fare una ciclabile non indispensabile. Inoltre d’estate fanno ombra. Ora la strada diventerà una distesa di cemento.

 

Forse sarebbe stato meglio spostare più indietro il muro perimetrale del campo sportivo e ricavare una pista ciclabile senza dover sacrificare un filare di piante”, spiega una delle firmatarie dell’appello per conservare le querce che abita in zona.

 

L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Piergiuseppe Medaglia, però non ci sta e con una lettera aperta ai cittadini, controbatte: “Da sempre perseguiamo una politica di tutela ambientale. Ogni cittadino somagliese ha a disposizione 100 metri quadrati di verde. Siamo come Stoccolma”. Per quanto riguarda il progetto, viene ribadito che “le querce hanno raggiunto un’altezza eccessiva”, che “c’è sempre preoccupazione per una caduta sulla strada”. Inoltre, gli interventi di manutenzione “sono costosi e di scarso beneficio”. Il Comune ribadisce che “la necessità di piste ciclabili è importante per il raggiungimento in sicurezza del polo scolastico da parte dei bambini”, mentre è stata valutata una compensazione attraverso la piantumazione di altre essenze da effettuare in diverse zone del paese. ( Fonte: www.liberta.it)

Autore: Matteo Spagnoli

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog