Sisma Emilia: 661 euro ad ogni nomade per NON avere perso la casa e il lavoro

http://www.imolaoggi.it/wp-content/uploads/2012/07/errani-150x150.jpgEcco come spende l'Emilia: più soldi ai rom che ai terremotati.

Dalla giunta Errani un milione di euro per i nomadi. E il governo finanzia la lotta alle discriminazioni fino al 2020.


Dopo il terremoto ogni nomade ha diritto a 661 euro per non aver perduto la casa e il lavoro.

“Arriva un regalino post-terremoto per i rom. Ma solo per loro. Anche se non hanno perduto la casa e il lavoro per effetto dei recenti eventi sismici, c’è una sommetta di 611 euro, subito a disposizione di ogni nomade che girovaga per il territorio dell’Emilia Romagna.

Mica li hanno confusi con coloro che abitano provvisoriamente nelle tendopoli. A loro ci pensa già la Protezione civile oppure se la cavano da soli. Del resto, l’equivoco sarebbe stato impossibile in quanto la dicitura riportava: ‘Contributi in conto capitale a comuni per l’acquisto e la realizzazione di infrastrutture volte alla creazione di aree di sosta e di transito per le minoranze nomadi’.

E poi ci sono alcuni bisognosi di serie A e altri di serie B”, spiega Andrea Morigi su Libero in edicola oggi. Ma il fatto non sorprende, poiché l’Emila Romagna aveva già stanziato 6 milioni di euro per il miglioramento dei campi rom. La sostanza? La Regione guidata da Vasco Errani dà più soldi ai rom che ai terremotati.

Andrea Morigi  – libero


Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog