Si parte per le vacanze e la benzina aumenta di prezzo

Raffica di rincari sulla rete carburanti. Dal consueto monitoraggio di quotidianoenergia.it risulta che, dopo i rincari decisi da Agip, ieri tutte le compagnie hanno deciso di seguire l’esempio della compagnia petrolifera di proprietà dell’Eni.

 

In particolare, Api-IP hanno aumentato di 1,5 centesimi entrambi i prodotti, con la verde salita a 1,399 euro al litro e il diesel a 1,249 euro al litro.

 

Erg ha ritoccato al rialzo di 1 centesimo i listini sia della benzina che del diesel, che passano rispettivamente a 1,393 euro al litro e 1,244 euro al litro.

 

Esso ha rincarato di 1,2 centesimi la verde a 1,397 euro al litro, e di 1,3 centesimi il diesel a 1,245 euro al litro.

Q8 ha mosso all’insù di 1 centesimo i due listini: il prezzo di riferimento della benzina risulta così 1,399 euro al litro e quello del diesel 1,249 euro al litro.

 

Stessa cosa ha fatto Shell con la benzina a 1,409 euro al litro e il diesel a 1,259 euro al litro.

 

Anche Tamoil ha rialzato di 1 centesimo sia la benzina (a 1,399 euro al litro) sia il diesel (a 1,249 euro al litro).

 

Infine Total ha rialzato di 1,2 centesimi la verde a 1,396 euro e di 0,8 centesimi il diesel a 1,247 euro.

 

Il mercato internazionale ha le sue regole, ma risulta comunque singolare che i prezzi al consumo crescano sempre in occasione dei grandi esodi.  ( Fonte: inviatospeciale.com)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog