Sesso, 7 milioni di italiani hanno problemi a farlo

http://www.ilgiornale.it/foto-id=543803-x=800-y=800/sesso.jpgL'eiaculazione precoce e la disfunzione erettile sono i disturbi sessuali maschili più rilevanti per diffusione.

La prima colpisce infatti circa 4 milioni di italiani, la seconda circa 3 milioni, il 13% degli uomini, ma può raggiungere punte del 50% fra gli ultra 70enni.

E già nella fascia under 40 le statistiche parlano di 15 maschi su 100 che ne soffrono, con un 15% tra i 40 e i 50 anni.

E' quanto emerge da un sondaggio realizzato nell'agosto scorso e che è stato presentato nel corso della Giornata mondiale della Salute Sessuale, che si è celebrata a Roma il 10 settembre presso l'Istituto di Sessuologia Clinica sotto il patrocinio della Fiss, la Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica, e dell'Efs, l'European Federation of Sexology.

"Da un confronto tra fasce di età – spiega Vincenzo Gentile, direttore del dipartimento di Urologia "U. Bracci" dell'Università "La Sapienza" di Roma – emerge come nei più giovani questo disturbo sia molto legato a stili di vita e a motivi psicologici, stress in particolare, mentre negli uomini più avanti con gli anni la componente organica è invece prevalente".

Secondo l'indagine, inoltre, tra gli altri disturbi sessuali spiccano il calo del desiderio (28%), l'ansia da prestazione (24%) e l'incapacità di raggiungere l'orgasmo (22%). "Ma il 24% di chi ha risposto non chiede una visita per vergogna", conclude Gentile. ( Fonte: www.blitzquotidiano.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog