" Senz'Anima" I nostri libri- La recensione

Quella di Massimo Fini è la penna più politicamente scorretta del giornalismo italiano. Chiarelettere manda in libreria "Senz'anima", antologia di scritti(Affaritaliani.it ne pubblica due in esclusiva sulla televisione di oggi e di ieri) sull'Italia degli ultimi 30 anni: un paese privo di principi, di valori condivisi che non siano il Dio Quattrino, inguaribilmente volgare, senza dignità e onore, spietato senza essere virile, femmineo ma non femminile, corrotto e intimamente mafioso...

 

"Senz'anima" di Massimo Fini, in libreria per Chiarelettere, è un ritratto dell'Italia contemporanea, un paese privo di principi, di valori condivisi che non siano il Dio Quattrino, inguaribilmente volgare, senza dignità e onore, spietato senza essere virile, femmineo ma non femminile, corrotto, intimamente mafioso, devastato nel suo straordinario paesaggio, naturale, urbano, artistico, che lo ingentiliva insieme alla sua gente. Una parodia di democrazia sequestrata dai partiti e dai suoi mediocri esponenti che la violentano, la abusano, la stuprano a comodo loro.

 

"Senz'anima" fotografa uno spazio, mentale, antropologico, politico, quello dell’Italia degli ultimi trent’anni, seguendo l’avventura giornalistica di Massimo Fini, uomo senza appartenenze, dal mitico «Europeo» all’«Indipendente» fino a «Il Fatto Quotidiano».

 

Della penna dissacrante di Fini non potevano mancare le “stroncature” e anche i ritratti (mai disgiunti, questi, da una dolente pietas) dei personaggi – da Craxi a Martelli, da Cossiga a Berlusconi, da Gardini a Scalfari, da Costanzo a Vespa – che hanno contribuito a conciare l’Italia così com’è. ( Fonte: www.ariannaeditrice.it)

 

Senz'Anima

Italia 1980-2010

Autore: Massimo Fini   

Prezzo: € 15,00

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog