" Scuole lodigiane: il 17% del budget per riparare ai vandalismi" di Francesco Filipazzi

http://www.ilsitodilodi.it/sites/default/files/imagecache/immagine_middle/immagini_articoli/images_0.jpgLe scuole del lodigiano soffrono da anni del male del vandalismo.

Il vistoso fenomeno è sotto gli occhi di tutti, da almeno una quindicina d'anni, visibile sui muri di ogni istituto superiore del capoluogo, ma anche di altri edifici della Provincia.

La cifra che ogni anno viene presentata dai teppisti alla Provincia è piuttosto salata e ben calcolabile, in quanto le spese dovute alla riparazione dei danni dovuti ad atti vandalici deve essere rendicontata da ogni scuola in una voce distinta dal resto dei lavori ordinari.

Il 17% dei fondi che, annualmente, l'assessorato provinciale eroga ad ogni istituto per i lavori di riparazione viene decurtato per riparazioni superflue, con grave danno per le casse scolastiche.

I presidi, interpellati, glissano e fingono di non conoscere il fenomeno.

La totalità dei dirigenti scolastici infatti afferma che gli episodi in questione sono isolati, che non ci sono grossi danni da molto tempo e in fin dei conti il fenomeno è sotto controllo.

Sarebbe bello sapere che cosa vuol dire "sotto controllo" se, ad esempio, l'esterno del Maffeo Vegio di Lodi viene ridipinto almeno una volta all'anno, per essere ridotto a uno spettacolo impresentabile dopo una settimana.

O se in alcune scuole vengono divelti gli idranti, rotti i vetri, sfasciati gli arredi scolastici che vanno (troppo) spesso ricomprati.

Insomma, minimizzare il fatto che il 17% dei fondi per la scuola vengano buttati in questo tipo di spese è piuttosto difficile. ( Fonte:http://www.ilsitodilodi.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog