Sarkozy berlusconizza la Francia

La persecuzione dell’Eliseo contro i romanì corrisponde allo “stesso oscurantismo del Medio Evo” e ora si rischia il ritorno a una “sorta di fascismo”.

 

E’ la denuncia dell’attrice Fanny Ardant, rilasciata in un’intervista al quotidiano Le Parisien.

Il presidente Nicolas Sarkozy, in forti difficoltà a causa della crisi, ha scelto di nutrire la paura dei cittadini per cercare di risalire la china e questa volta ha scelto come obiettivo i romanì, contro i quali ha deciso di lanciare una crociata.

 

Ardant, che è madrina del Consiglio d’Europa nella campagna per combattere i pregiudizi nei confronti di rom e sinti ha sottolineato che “nei periodi di crisi si cercano sempre dei capri espiatori”.

 

Anche nel Medio Evo, ha proseguito l’attrice, “lo straniero, lo sconosciuto che arrivava, portava la peste o altre disgrazie. È una paura atavica. Ma questa è anche cattiva consigliera.Le comunità si barricano, i sindaci, troppo sensibili all’elettorato, ascoltano le loro paure. Torneremo a una specie di fascismo”.

 

 

Alla domanda se questo termine non fosse troppo forte, l’attrice ha risposto: “Certo che è molto forte. Ma dal momento in cui un atto individuale è associato a un’intera comunità è proprio di questo che si tratta [...] Un individuo può sbagliare, ma per questo non bisogna puntare il dito contro l’insieme di una comunità”.

 

In analoghe condizioni in Italia nessuno è stato così esplicito e chiaro come Ardant. Anche quando sarebbe il caso la parola ‘fascista’ nel nostro Paese è diventata tabù. ( Fonte: inviatospeciale.com )

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog