San Fiorano al passo con l'Europa: Parco fotovoltaico, c'è un'offerta

Sospiro di sollievo per il futuro dell’area che in passato era stata occupata dalla base militare della Nato di San Fiorano: il progetto di trasformare la superficie disponibile - un ettaro di terreno immerso nella campagna - in un grande parco fotovoltaico ha fatto ieri un passo avanti.

 

Dopo il flop di due mesi fa, il Comune aveva rilanciato riaprendo i tempi della gara. E proprio ieri, ultimo giorno utile, è stata presentata una domanda.

Come si ricorderà, infatti, in occasione del precedente bando di gara - un bando da 21 milioni di euro - nello scorso mese di settembre, alla scadenza dei termini, nessuna impresa aveva presentato offerte. Un esito deludente che aveva fatto temere per la sostenibilità stessa del progetto. Ma il Comune non si era dato per vinto ed aveva riaperto i tempi della gara. Termini che scadevano appunto alle ore 13 di ieri.

 

E ieri mattina, dopo un finale con il fiato sospeso, il sindaco Antonio Mariani ha potuto incassare un punto a suo favore: proprio a pochi minuti dalla scadenza, è infatti arrivata una busta con l’offerta. Una sola, dunque, ma sufficiente per non mandare a monte un’altra volta uno dei progetti più ambiziosi lanciati dalla piccola comunità della Bassa: realizzare un impianto fotovoltaico a terra di potenza non inferiore a 6 megawatt e un impianto, in uso esclusivo al comune di San Fiorano, di potenza nominale non inferiore a 150 kilowatt. Quando verrà realizzato sarà uno degli impianti più grandi della Lombardia. Da quanto appreso, la domanda è stata presentata da un’Associazione temporanea di imprese (Ati) che raggruppa alcune società del Nord Italia.

 

La busta sarà aperta martedì 16 novembre alle 15,30 e solo allora si saprà se le imprese riunite nell’Ati avranno le carte in regola per aggiudicarsi il mega-appalto all’interno della vecchia base militare.

Facendo alcuni calcoli, a San Fiorano, paese che conta una popolazione di 1747 abitanti, a fronte di un consumo di energia annua pari a otto milioni e 782mila kilowattora circa, i pannelli solari, con potenza di picco pari a 6 megawatt, produrranno all’anno sei milioni e 840 mila kilowattora. Dunque, l’intera comunità di San Fiorano coprirà il 77,88 per cento dei propri fabbisogni di energia elettrica con fonti rinnovabili.

 

Il parco fotovoltaico avrà un impatto ambientale molto positivo: infatti, al termine dell’opera, non verranno più immessi in atmosfera 2693 tonnellate di anidride carbonica. ( Fonte: www.liberta.it)

Autore: Matteo Spagnoli

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog