RidgeBlade, la turbina eolica domestica molto discreta

Quando si parla di essere favorevoli alla costruzione di qualcosa, spesso lo si è perché tanto sappiamo che non verrà mai messa vicina a noi.

 

Che si tratti di una cosa “pericolosa” come potrebbe essere una centrale nucleare o più semplicemente una vistosa turbina eolica, magari è vero che vicino casa nostra non verrà mai fatta, ma a qualcuno dovrà pur toccare!

 

Gli americani hanno coniato una sigla, NIMBY (acronimo di Not In My Back Yard, non nel mio giardino), per questo tipo di situazioni. Una situazione NIMBY potrebbe essere quella del vicino di casa che vuole installare una turbina eolica per uso domestico, e noi ci stiamo già facendo il sangue amaro perché questa torre con eliche ci deturperà la vista.

Fortunatamente la società inglese The Power Collective ha trovato un ingegnoso stratagemma per usufruire del vento senza sentire gli improperi dei vicini. Questa soluzione si chiama RidgeBlade, dal funzionamento davvero smart.

 

RidgeBlade è montato sulla linea di colmo (giusto per capirci possiamo definirla la punta del tetto, dove partono gli spioventi) nella parte superiore di un edificio e utilizza l’area esistente del tetto per raccogliere e concentrare il vento. Questo è il punto dove il vento è costretto a passare dopo aver percorso la superficie del tetto, accelerando anche il flusso d’aria verso la turbina.

 

Le pale, in questo caso più simili a lame, sono quindi orizzontali e permettono una resa pari a quella delle turbine medie per uso domestico, avvantaggiandosi però di condizioni di vento più variabili e in maniera silenziosa e discreta.

 

Questa invenzione è risultata vincitrice del Postcode Lottery Green Challenge dell’edizione 2009, ricevendo un premio di 500 mila euro, utilizzati per portare a termine il progetto. Ovviamente contentissimo il CEO della The Power Collective, Dean Gregory, che ha definito la vittoria ben oltre la sua più ottimistica previsione, forse anche perché il progetto era stato messo in concorso appena due giorni prima della chiusura delle iscrizioni!

 

Per quanto riguarda la commercializzazione, ancora non si sa niente di certo a riguardo, ma speriamo che un prodotto del genere possa rendere più smart le nostre abitazioni, evitando di rovinare la vista ai cittadini ma soprattutto evitando di dilapidare soldi nella bolletta della luce facendoci un po’ più autosufficienti. ( Fonte: http://smartercity.liquida.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog