Renzi? Piace a tutti, per questo a me no - di Pietrangelo Buttafuoco

http://gilioli.blogautore.espresso.repubblica.it/files/2013/07/renzi-tf-ansa-19-10-258.jpgPiace a tutti e non mi piace. La pensa come la pensano gli altri. Ha l’acqua che gli va per l’orto e raschia nel fondo del barile tutto il basso della medietà pop e lo porta in alto fino a farne materia gassosa e piritolla. E’ l’eroe del tempo e la sua estetica è a livello dei Babbo Natale rampicanti, quelli che stanno appesi sui balconi con l’idea di essere più lirici dei Nani da giardino. E’ lesto di lingua, non sa niente, non fa e non sbaglia ma ha già vinto.

Fischia come il vento dalle finestre ormai, tutto parla di lui e non ho scampo perché uno come me – già di mio cittadino coatto di codesta Repubblica – come dovrà sbrogliarsela nell’Italia a immagine e somiglianza di Matteo Renzi? Non mi piace, anche se piace tutti, non per tigna ma perché lo sa che sarà peggio di Silvio Berlusconi il quale, al netto della mobilia, quantomeno una sua cecità situazionista ce l’aveva… per non dire della sorcheria, tutta sana, dell’italiano innamorato delle donne (dotate di corpo, ebbene sì). Non ho necessità di sperimentarlo Renzi per dire che risulterà, al più, come un Ignazio Marino a Roma o come il Pappagone Crocetta in Sicilia. E’ il vuoto, lo è stato anche Berlusconi, certo, ma Renzi è ancora più vuoto e più pericoloso perché entra col cavallo di Troia della sinistra e nessuno perciò potrà mai togliercelo dalle scatole.

Neppure la magistratura e figurarsi se mai gli faranno guerra i giornali dove, da ieri, è già tutta una gara a farsi accreditare appo lui, iddu, isso che è un malamente di furbizia et ignorantia. Piace a tutti, Renzi, perché è in sintonia con la gente e, soprattutto, con i conformisti bisognosi sempre di atteggiarsi a scienziati della vittoria prêt-à-porter. Piace a tutti, il sindaco d’Italia, perché è la replica di una destra orrenda. Quella dei tinelli. Dove stanno accomodati i patete, ’e matete, ’e fratete, ’e sorete e nessuno più, da nessun salotto de sinistra, potrà urlare loro jatevvenne, jatevenne tutte ’e quanti! Per questo non mi piace.


Fonte: Il Foglio [scheda fonte]

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog