Regione Lombardia. Progetti di cambiamento: abolizione di Equitalia e introduzione di una moneta locale

http://www.rinascita.eu/mktumb640a.php?image=1365094953.jpgIl progetto Maroni comincia a delinearsi. Tre i punti fondamentali del nuovo presidente della Lombardia: l’abolizione di Equitalia, l’introduzione di una moneta locale e una serie di infrastrutture legate all’Expo.
Il pacchetto di proposte è stato presentato nell’aula regionale.
Per quanto concerne Equitalia, il presidente Maroni ha tenuto a precisare che l’idea è quella di riscuotere le tasse in piena autonomia. E quindi Equitalia non serve più. Francamente ci troviamo d’accordo. L’agenzia di riscossione si è dimostrata una tragedia immane per tanti italiani. Tra interessi e more i malcapitati hanno rischiato anche la casa. E’ una vergogna che una agenzia di riscossione dello Stato si sia trasformata in un agenzia di usurai. Di semplici cittadini e imprenditori che si sono suicidati sotto il peso di questi usurai ormai non se ne contano più. Nessuna pietà per chi non ce la fa più a pagare tributi e interessi. Famiglie distrutte dalla perdita del lavoro e dal peso delle tasse. E’ una vergogna!
“La riscossione dei tributi -ha precisato Maroni- deve essere più vicina al territorio e tener conto del contesto sociale: Equitalia non sta operando con questi criteri. Ecco perché intendiamo sostituirla con un ente di riscossione regionale, entro la fine dell’anno, per dare un adeguato supporto agli enti locali e, allo stesso tempo, ridurre disagi e costi per i cittadini in difficoltà”.
Il segretario della Lega guarda anche agli sviluppi politici, legati alla formazione di un governo. Dice chiaro e tondo che un nuovo esecutivo di tecnici sarebbe una sciagura per il Paese. Poi sulla moneta lombarda dice che la questione è ancora tutta in fase di costruzione. In pratica spiega che la Regione Lombardia procederà con “lo studio di fattibilità di un sistema di moneta complementare, anche tramite il coinvolgimento dei principali azionisti”. Un sistema di moneta complementare, a detta del presidente lombardo, può essere utile in periodi congiunturali caratterizzati dal credit crunch, come l’attuale, in quanto lo sviluppo di nuovi strumenti di pagamento potrebbe agevolare lo scambio di beni e servizi.
Infine sulle infrastrutture dell’Expo da fare ha promesso che nei prossimi giorni incontrerà sia il sindaco Pisapia che il presidente uscente Formigoni. Insieme faranno il punto della situazione per valutare le iniziative al fine di consentire la realizzazione di tutte le opere previste nel rispetto dei tempi stabiliti.
Fonte: http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=20116

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog