Quella sinistra berlusconiana dello show e delle tette

http://www.ilfuturista.it/images/resized/images/stories/attualita4/jessica_200_200.jpgArcore? Villa Certosa? Da oggi c’è anche Campiano, nel ravennate. Dove i dirigenti locali del Pd hanno pensato bene di affiancare alla festa dell’Unità l’esibizione di tale Jessica. Frizzi, lazzi, strip e il gioco è fatto. Con tanti saluti a un certo stile e con le proteste (giustificate) del movimento “Se non ora quando”. Lecito chiedersi: era il caso di sbracarsi in questo modo? Era proprio necessario sventolare un modus festeggiandi così al passo coi tempi politici ma così volgare e deprimente per la figura femminile? Ecco la sinistra berlusconiana fare capolino nell’Italia che scruta dal buco della serratura abitudini e tendenze.

 

Ecco un pezzetto del paese che non ha casacche, colori, né schieramenti. Ma un unico distintivo: quello del cattivo gusto, quello delle pacche sulle spalle (o sui lati B), quello che ammicca, che sgomita, che è preda insomma di un continuo occhiolino. Che non consente di vedere proprio nulla al di fuori del proprio orticello. Spoglio, cupo e così berlusconiano. ( Fonte: www.ilfuturista.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog