Provincia di Lodi: Soldati ( PD) mette alle strette il Presidente Foroni

http://www.blogdem.it/lodi/files/2011/05/192192_1885709913518_1564512611_31959407_5570344_o-199x300.jpg“Se Foroni ha argomenti per sostanziare ciò che dice, vada in procura, sarò ben lieto di accompagnarlo. Contro le infiltrazioni malavitose il fronte deve essere comune e il PD sarà in prima fila. Ma se il Presidente non ha elementi concreti su cui fondarsi, il suo atteggiamento è incomprensibile”, così Mauro Soldati, Segretario Provinciale del PD, sulle dichiarazioni di Foroni, il quale, nel corso di un’iniziativa elettorale a Codogno, ha accusato il centrosinistra di responsabilità politiche in relazione agli incendi che hanno interessato gli impianti di trattamento rifiuti e il sequestro dei beni dell’azienda “Italia 90”.

 

“Non so che elementi esclusivi abbia Foroni per affermare la tesi della responsabilità politica del centrosinistra”, dichiara Soldati, “per contro, si potrebbe sostenere invece che i fatti recenti nascano da un tentativo della malavita di espandersi nel mercato locale. Ciò che è incomprensibile, (in attesa che il tuono si risolva ancora una volta in sbrunzina, attraverso la rituale precisazione corredata da pubbliche scuse) è la assoluta mancanza di consapevolezza della delicatezza dell’argomento. Foroni si fa travolgere dalla foga elettorale mentre sono in corso le indagini e si sta avviando l’attività della commissione speciale provinciale, proposta dal Pd e accolta dal Consiglio a testimonianza di un lavoro unitario”.

 

Per il Segretario del PD, “Foroni non si rende nemmeno conto che se il suo ragionamento fosse applicato per analogia al tutta la Regione, darebbe fiato a chi accusa il centrodestra e la Lega per ciò che succede in Lombardia, e giù sino alle amministrazioni che hanno utilizzato proprio “Italia 90”, tra cui Maleo, che Foroni conosce bene, visto che vi ricopre anche la carica di Sindaco”.

 

La chiusura di Soldati è severa: “A fronte delle minacce della malavita nel nostro territorio, tutti ci siamo assunti l’impegno di dare una risposta forte. La prima è già arrivata dai Comuni con la volontà di costituzione di una società per la gestione integrata dei rifiuti, rispetto alla quale mi auguro non vi siano tentennamenti. Non accetto che Foroni un giorno si e l’altro no si lasci andare a generalizzazioni incomprensibili e irresponsabili”.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog