Prodi: «Sembra di essere alla vigilia del 25 luglio 1943»

http://ts3.mm.bing.net/images/thumbnail.aspx?q=1340501394202&id=c3d44e5e156c49e1c8b7deb3a1d6549fÈ l'ora di Monti. Ne è convinto Romano Prodi, che in un'intervista a la Repubblica spiega che serve una personalità di questo tipo per salvare l'onore dell'Italia, «un uomo rispettato in Europa e nel mondo, una garanzia di autorevolezza, e Monti è questa persona». La nostra – ha spiegato Prodi – è soprattutto una crisi drammatica di credibilità internazionale. «La fiducia in chi ci governa non esiste più, è azzerata. Ora ci serve un periodo di tregua, per recuperarla». E l’ex presidente della commissione europea propone un paragone significativo: «Credo che un momento così brutto l'Italia l'abbia vissuto solo alla vigilia del 25 luglio '43: ma allora avevamo la guerra in casa».

Quanto alle prospettive per il centrosinistra, in caso di elezioni, Prodi ha voluto sottolineare che Bersani «è una persona eccellente, di grandi capacità. Posso dirlo, è stato mio ministro, ma non riesce a uscire. Non è confortante leggere che, con quel che succede, nei sondaggi il Pd non riesce a crescere come ci si aspetterebbe».

Lo stesso Romano Prodi, in un fondo sul Messaggero dal titolo significativo Il governo e la fiducia già persa in Europa, analizzando il recente vertice del G20, ha sottolineato il fatto che «a Cannes non è stata processata l'economia italiana ma la mancanza di credibilità del nostro governo e la sua incapacità sia nel prendere le decisioni necessarie per porre rimedio alle nostre anomalie, sia nel dare attuazione agli impegni faticosamente e tardivamente assunti». L'ex premier non ha dubbi: «Più che un processo contro l'Italia abbiamo assistito ad un processo contro il governo italiano, ritenuto da tutti gli organismi internazionali non credibile e perciò non degno di fiducia. Un fatto estremamente dannoso perché riportato e ossessivamente ripetuto in tutti i media del pianeta, forse perché dal vertice di Cannes non vi era null'altro da riportare o forse anche perché il folklore del nostro primo ministro fa notizia ovunque». ( Fonte: www.ilfuturista.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog