Precari scuola: il primo giorno lezione sui tagli Gelmini

La protesta dei precari contro la riforma Gelmini dopo le piazze sbarca tra i banchi. «Il primo giorno di scuola, con una maglietta che abbiamo preparato sul tema della precarietà, nel primo quarto d'ora di lezione parleremo agli studenti dei tagli della riforma Gelmini. Questo perché è nostro compito educare la cittadinanza alla piena coscienza dei propri diritti».

 

Così, durante l'assemblea dei precari a Montecitorio, Manuela, docente del coordinamento precari della scuola. La proposta è stata subito accolta dagli altri manifestanti, tra cui la ex dirigente scolastica della Iqbal Masih, Simonetta Salacone, in piazza insieme a esponenti politici scesi a dare sostegno ai manifestanti tra cui Antonio Di Pietro e il senatore Stefano Pedica.

 

Durante l'assemblea, sono stati fissati anche i prossimi appuntamenti della protesta, a partire adl 13 settembre, giorno d'apertura della scuole, con un volantinaggio dei precari davanti alle scuole e un sit-in davanti al ministero nel pomeriggio. Mentre l'1 ottobre è previsto un corteo regionale che arriverà fino al ministero dell'economia. Continua intanto lo sciopero della fame di Giuliana Lilli, docente precaria di inglese giunta al quarto giorno di protesta. «Sto bene - ha detto - e sono molto motivata. La scuola è alla fame e anche tante famiglie lo sono. Quindi la mia protesta simbolica si lega perfettamente a questa situazione». ( Fonte: leggo.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog