Perù, le miniere illegali d'oro minacciano la salute della popolazione

http://www.valori.it/immagini_articoli/201309/oro.jpgLe miniere illegali d’oro nella parte sud-orientale dell’Amazzonia, in Perù, mettono a serio rischio la salute degli abitanti. A confermarlo, riporta stamattina il quotidiano Guardian, è uno studio del progetto Carnagie Amazon Mercury, che punta i riflettori sui dati allarmanti della contaminazione da mercurio.
I minatori che operano in siti non autorizzati, infatti, fanno uso di mercurio per estrarre l’oro dal fango del fiume. Ogni anno dunque riversano più di 30 tonnellate di metallo tossico nei corsi d’acqua dell’Amazzonia. Si spiega così il fatto che nelle comunità locali siano stati riscontrati livelli di mercurio pari a cinque volte la quota considerata sicura dall’Organizzazione mondiale della sanità. Per chi vive nelle aree urbane la quota invece è pari al doppio di quella consigliata. I bambini sono la categoria più vulnerabile: in media la concentrazione di mercurio degli indigeni supera di tre volte quella dei loro coetanei. E in alcuni casi è stata rilevata una percentuale di mercurio che supera addirittura di 34 volte il livello di guardia. I dati sono stati raccolti nel 2012 da un campione di 1.030 persone appartenenti a 25 diverse comunità locali peruviane.   

Fonte: www.valori.it
Valentina Neri    @ neri@valori.it
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog