Parte dai giovani di Milano la rincorsa di Fli, trionfo al Politecnico

http://www.ilfuturista.it/images/resized/images/stories/politica/gf_200_200.jpgFli - Pdl uno a zero. Almeno a Milano. Alle elezioni del Politecnico milanese la lista Generazione Futuro (riconducibile a Futuro e Libertà), ha ottenuto ben 411 voti, distaccando di più di cento preferenze l’unica lista riconducibile al Pdl, ovvero Azione Universitaria per la Libertà. “Al momento- ha sottolineato il vicepresidente di Fli Italo Bocchino- nell’unico scontro elettorale che c’è stato, Fli ha dimostrato di avere una volta e mezza i voti del Pdl”. Ma Bocchino ha anche rilevato come poche ore prima il presidente del Consiglio avesse ancora una volta detto che Fli è un partito ormai finito, il suo progetto politico non ha più una prospettiva.

 

“Peccato - aggiunge Bocchino - che sempre nella giornata di ieri e proprio nella sua Milano c’è stata una competizione elettorale che visto contrapposti Pdl e Fli. E' un segnale, il Pdl non ha nula da dire alle nuove generazioni. Abbiamo già vinto, non possiamo che vincere e da Milano verrà il segnale".

E sul sito di Generazione Futuro si rileva che il dato del Politecnico di Milano evidenzia due elementi fondamentali. Il primo: dopo Perugia (allora la lista fu “Generazione Italia”) anche a Milano i giovani di Fli battono Azione Universitaria, la costola degli ex An negli Atenei. Il secondo: per 34 voti Generazione Futuro non prende il Senatore Accademico.

 

“A dimostrazione che i pochi voti presi di Au sono inutili. Insomma, il vero voto utile è quello dato a Generazione Futuro, con il risultato di Milano che ci fa ben sperare per il futuro”. ( Fonte: www.ilfuturista.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog