Olanda: Guardalinee ucciso a calci e pugni dai giocatori, arrestati due ragazzi di 15 e 16 anni

http://italian.irib.ir/media/k2/items/cache/54ef396f08f846b96e5cf861f9131900_L.jpgOlanda sotto shock per la morte di un guardalinee, aggredito dopo lo svolgimento di una partita di calcio “ amichevole” tra due squadre giovanili da un gruppo di giocatori adolescenti e massacrato di botte e calci.

L'uomo, Richard Nieuwenhuizen, di 41 anni, è stato dichiarato oggi dalla polizia clinicamente morto e tre giovani giocatori di età compresa tra i 15 e i 16 anni, ritenuti responsabili dell'aggressione, sono stati prelevati dalla polizia nelle loro case ad Almere e arrestati. I fatti si sono svolti domenica scorsa, quando una squadra giovanile di Amsterdam, la Nieuw Sloten, si è recata in trasferta per giocare un'amichevole contro i padroni di casa Buitenboys. Al termine dell'incontro, durante il quale era già stato più volte insultato da giocatori e tifosi, il guardalinee è stato colpito ripetutamente da pugni e calci e poi di nuovo colpito al volto da tre giocatori della squadra di Amsterdam mentre era già a terra. Rialzatosi in piedi, dopo un po' è crollato a terra senza sensi ed è stato ricoverato in ospedale, dove le sue condizioni sono apparse subito critiche e ne è stata dichiarata la morte cerebrale. La ministra per lo sport, Edith Schippers, ha definito "assolutamente orribile" quanto accaduto.

Fonte: www.irib.ir

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog