http://italian.irib.ir/media/k2/items/cache/c486a089dcbc477401cb3e3ea218817d_L.jpgNon si ferma la crescita del tasso di disoccupazione nell'area Ocse che a ottobre ha toccato l'8%: sul mese precedente l'aumento e' dello 0,1%, stessa percentuale di incremento dell'Eurozona, che fa registrare aumenti ininterrotti dal giugno 2011 e con un tasso dell'11,7% tocca un nuovo record negativo.

Lieve incremento (+0,1%) anche negli Usa, con un tasso al 7,9%, che pero' in base ai dati di novembre gia' disponibili registra un calo al 7,7%. L'Ocse sottolinea il permanere di andamenti divergenti fra le principali economie: se Italia (11,1%) Francia (10,7%) o Spagna(26,2%) fanno registrare il massimo storico, il Giappone e' tornato quasi allo stesso livello pre-crisi (4,2%) mentre rispetto al picco toccato in questi anni gli Stati Uniti segnano un miglioramento di 2,3 punti. Addirittura la Germania ha oggi un tasso di disoccupazione del 2,0% inferiore a quello di inizio crisi. In totale nell'area Ocse a ottobre i senza lavoro erano 48,1 milioni, 400 mila in piu' rispetto al mese precedente e 13,4 milioni in piu' rispetto al luglio 2008.

Fonte: www.irib.it

Torna alla home