Nuove cure, grazie al legno

All’Istec-Cnr di Faenza hanno trovato un modo per trasformare del comune legno in idrossiapatite, il costituente primario delle ossa umane.

La portata rivoluzionaria di questa scoperta è di palese evidenza, basti pensare al beneficio che potrebbero trarne coloro che oggi devono sostituire quelle spezzate o malate con copie in titanio.

Le “ossa di legno”, infatti, una volta impiantate, hanno il vantaggio di non dover essere più sostituite, perché il nuovo materiale, biomimetico, è in grado di saldarsi con le cellule ossee. Quelle al titanio, poi, portano con sé una data di scadenza: dopo 10 anni devono essere sostituite.

La trasformazione del legno in protesi ossea è estremamente complessa e si articola in più fasi, visto che la struttura viene dapprima modificata prima in carbonio, poi in carburo di calcio, da qui in ossido di calcio carbonato e, infine, in fosfato complesso di calcio, ovvero ciò di cui sono fatte le nostre ossa. Ma non tutti i legni servono alla causa.

L’Università Boku di Vienna, che ha partecipato al progetto insieme ad altri istituti europei, ne ha selezionate tre tipologie: il rattan, una palma diffusa in Estremo Oriente, la quercia rossa canadese e un tipo di balsa. I primi prototipi sono stati impiantati su otto pecore, mentre la sperimentazione umana è prevista solo tra qualche anno.

L’obiettivo è giungere al 2016 con la commercializzazione delle nuove protesi.

La storia dell’Istec è anche la storia di finanziamenti europei e premi internazionali. La prestigiosa rivista Time ha piazzato la ricerca alla 30ª posizione tra le 50 principali scoperte del 2009 e l’Unione europea finanzia da quattro anni il progetto.

Insomma, anche in Italia quando ci sono le risorse, si possono raggiungere risultati straordinari. ( Fonte: http://smartercity.liquida.it)

bandos_468x60.gif

1 Offerte Last Minute Banner

   
Dimensione dello pneumatico:
/
Mostrare le offerte:
Pneumatici invernali estivi
per tutte le stagion Tutti
 
 
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog