Noi non vogliamo Berlusconi al Quirinale

http://www.ilfuturista.it/images/resized/images/stories/silvioit_200_200.jpgA chi gli chiedeva di commentare un'eventuale elezione di Silvio Berlusconi alla presidenza della Repubblica, qualche tempo fa Vittorio Feltri rispose così: «Non lo vedo bene il bunga bunga al Quirinale. Ragazze nude che corrono per il palazzo... Ci si potrebbe fare un film di Natale...». E se lo dice lui, c'è da credergli.

 

Eppure il rischio c'è. Perché nonostante il disinteresse ostentato dal premier, che “manda avanti” candidati di bandiera come il sempreverde Gianni Letta, è chiaro che il sogno di approdare sul Colle più alto resta vivo nel cuore del Cavaliere. Sette anni di regno incontrastato. Sette anni di assicurazione sulla vita (politica). E un posto nel pantheon della Repubblica.

 

Dunque è bene muoversi fin d'ora, per evitare che l'incubo si avver (perché di incubo si tratta, senza troppi giri di parole). E non solo per il pericolo di veder spuntare una sala per il bunga bunga nei sotterranei del palazzo voluto da Gregorio XIII. C'è ben altro, in gioco.

 

C'è l'identità della nostra res publica. C'è l'equilibrio della nostra democrazia. C'è il ruolo stesso del capo dello Stato, che non può e non deve essere incarnato da un uomo che ha fatto dello scontro, della scelta di campo, del braccio di ferro, la cifra della sua avventura personale.

 

No, Silvio Berlusconi non può salire al Quirinale. Perché sarebbe un colpo durissimo alla nostra architettura istituzionale, già sfiancata dagli assalti barbari di questa maggioranza. Sarebbe l'apoteosi finale di un sistema di potere costruito sul dominio mediatico, sull'egoismo, sul rifiuto delle regole, sulla delegittimazione degli avversari. Sarebbe la sconfitta dell'Italia vera. E sarebbe la vittoria di un uomo che non merita di concludere la sua storia politica lassù, a godersi dall'alto le macerie che ha lasciato sul campo. ( Fonte: www.ilfuturista.it)

 

Federico Brusadelli

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog