" Noi donne potremmo giocarci i nostri mariti " di Lidia Ravera

http://www.comune.empoli.fi.it/biblioteca/iniziative/autori/ravera/ravera.jpgAnnunci gratuiti su mensili specializzati, sconti sul rapporto sessuale mercenario... la domanda cala. L'offerta si adegua. Non che agli uomini piaccia meno andare a puttane, anzi, da quando le donne hanno smesso di sentirsi inferiori ed esercitano liberamente il loro sguardo affettuoso ma critico, il ricorso a quelle che "la danno per soldi e morta là" ha subito un relativo incremento.

Il problema non è socioculturale, è proprio economico. Stipendi ballerini, prepensionamenti, disoccupazione e inflazione. Il gruzzolo disponibile a soddisfare quella proterva propaggine carnale virile diminuisce di mese in mese.

Nel canton Ticino si è sviluppata la creatività, per salvaguardare il mercato. Come si può incoraggiare il cliente in crisi di liquidità?

Prezzi stracciati, certo. Ma se non basta, facciamolo giocare.

Il gioco più antico e tradizionale è la tombola. Si dà il numero al cliente che entra nel locale, dopo un tot di tempo c'è l'estrazione e il vincitore, se è ancora lì a chiacchierare con gli amici, riceve come premio una ragazza a scelta, fra le professioniste a disposizione.

Come dire: tu ti paghi da bere, io ti regalo da scopare (perdonate il verbo inelegante, ma la situazione non merita perifrasi).

L'attesa del sorteggio è un ottimo motivo per attardarsi al bar. Vincere un premio è eccitante. E si può perfino scegliere la ragazza!

Non è che ti rifilano una racchia o una bonazza a seconda della quantità d'alcool consumato.

È il mercato, bellezza! Non mi stupirei se si allestisse una bella squadruccia di escort, tutte in calzonicini e maglietta (o senza maglietta). Si potrebbe costruire uno stadio - casino e palleggiare e dribblare e calciare...; si potrebbe mettere una bella tettona in porta e, quando il maschio tira, se fa goal ha diritto ad appartarsi con la portiera. Se invece la portiera riesce a parare il colpo, il maschio va in bianco e continua a giocare.

Oppure si potrebbe mettere in commercio una bella cartellina pornosoft: il giocatore dovrebbe passare l'unghia del dito medio più volte sul corpicino femminile. Se grattando sulla gonnellina compare quella parte dell'anatomia femminile nota come "l'orgine du monde", il giocatore incassa un buono-sesso che gli dà diritto ad un rapporto completo della durata di 3-5 o 15 minuti, dipende da quanto ha vinto grattando.

Come ci sentiamo noi signore e signorine? Bene, grazie. Non vi preoccupate. Se la crisi economica peggiora, se gli incentivi alla rottamazione dei rapporti gratuiti di libero e reciproco piacere dovessero fallire, ci resta sempre la possibilità di omologarci al ribasso e organizzare, il giovedì, una bisca tra amiche. Tutto va bene: dalla roulette al poker...; sul tavolo verde, al posto delle fiches, potremmo metterci le fotografie di fidanzati o mariti. E giocarceli. E perché non un bel "paghi uno prendi due" che mette in palio due gemelle al prezzo di una? ( Fonte: www.caffe.ch)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog