Nelle mani di Bombolo

http://www.ilfuturista.it/images/resized/images/stories/lombardia/bombolo_200_200.jpgDopo le desolanti e controproducenti "argomentazioni" in campagna elettorale ora è la volta del turpiloquio; e così ci tocca sentire che Brunetta è "un nano veneziano che non deve rompere i c….oni", Casini "uno stronzo", il discorso di Tremonti "una rottura di c…oni", Montezemolo" una scoreggia dell'umanità", sempre Brunetta " è un cretino" e ancora "ai giornalisti bisogna dare quattro legnate"…. Il tutto condito da sonore pernacchie, da elegante ostentazione di diti medi e da signorili e un po' vintage gesti dell'ombrello (che non vedevo fare dalle scuole medie...) ; insomma, tra una salamella e una polenta taragna (e qualche grappa di troppo?) non ci hanno fatto mancare proprio nulla, attingendo a piene mani da tutto il repertorio. Ma Bombolo e Jimmy il Fenomeno non c'entrano nulla: sono ragionamenti (??) politici di alcuni Ministri della Repubblica Italiana, quelli che dovrebbero accompagnarci fuori dalla crisi… Al popolo, dicono, si parla così, in modo popolare…per farsi capire...Forse che non avremmo capito il concetto senza insulti o parolacce? Ma che idea di popolo hanno? Er Monnezza ed il compianto Bombolo recitavano una parte e lo facevano per far ridere, mica per convincere gli elettori della bontà delle proprie scelte. Ho riportato solo gli ultimi esempi….ma l'insulto in politica è un malcostume bipartisan…il Cavaliere ne ha collezionati una poco invidiabile serie: tra "psiconano", "mafioso" e " corruttore di anime" la sinistra ha ben poco da insegnare…. Lo scontro politico è per definizione duro e a volte è difficile rimanere lucidi, tanto che l'epiteto colorito può, in taluni frangenti, scappare: ma oggi sembra essere la regola, anzi è innegabile un non celato autocompiacimento in chi oggi si lancia in insulti per conquistarsi un facile applauso da una platea ipereccitata. Insulti che saranno forse popolani ( qualunque cosa voglia dire…) ma certamente rozzi e maleducati. Dalla classe politica ci si attende ben altro.

( Fonte: www.ilfuturista.it)

Autore: Alberto Cantù

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog