“Negro puzzi, torna la tuo paese”: e picchia il collega congolese di 24 anni

E’ stato sospeso il presunto mandante dell’aggressione razzista avvenuta il 7 marzo a Cernusco sul Naviglio, provincia di Milano, quando Kelly, congolese di 24 anni è stato aggredito a calci e pugni e insultato da 4 uomini che gli avrebbero urlato, secondo quanto denunciato dal giovane agli agenti del commissariato di Monza, “negro di m…”, “puzzi come tutti i negri”, “torna nella foresta” e “sei un uomo morto”.

 

L’azienda, la Terdeca di Cernusco sul Naviglio, dopo aver appreso della vicenda, portata alla luce anche grazie alla Cgil di Monza, ha chiesto al 24enne di rientrare al lavoro al più presto e ha sospeso l’uomo che da giorni insultava il 24enne fino all’epilogo del 7 marzo. Il presunto mandante sarebbe un addetto alle pulizie con cui Kelly avrebbe litigato perche’ aveva sporcato il pavimento con le scarpe dopo aver lavorato ad un macchinario che perdeva olio. “Sei sporco e puzzi come tutti i negri”, gli avrebbe detto l’uomo in quell’occasione e da allora gli insulti sarebbero proseguiti. Il 24enne ha reso noto durante una conferenza stampa convocata oggi che nel pomeriggio tornera’ in commissariato perche’ l’uomo continua a minacciarlo di morte. ( Fonte: www.blitzquotidiano.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog