" Merkel in visita ad Atene e la Grecia insorge" di Luca Michetti

http://www.you-ng.it/images/20121009_atene_merkel_visita_2.jpgC'è tanta rabbia nelle immagini degli scontri avvenuti oggi ad Atene. Molte sono le persone che sono scese in piazza perché vedono nella Merkel, ospite del premier greco Samaras, l'incarnazione della crisi e del rigore che sta distruggendo loro la vita.

Dentro il palazzo del governo la cancelliera e il premier usano parole rassicuranti: “In Germania tutto il governo ed il Parlamento hanno fiducia in quello che la Grecia può fare. Siamo partner, siamo amici. Siamo insieme nell'euro e nella Nato. È nostro interesse comune recuperare la fiducia nella Eurozona” ha dichiarato Angela Merkel ad Atene durante il colloquio con il premier ellenico Samaras. “La Grecia ha fatto molti passi avanti ma molto resta ancora da fare. Non bastano le misure di austerità che sono state prese sinora ma che bisogna lavorare anche per lo sviluppo. Sono stati fatti passi molto importanti ma c'è ancora molto da fare, anche se i risultati cominciano a vedersi. "Io mi auguro che la Grecia rimanga nell'euro. Vorrei aumentare gli aiuti destinati alla Grecia, i requisiti ci sono, ma dobbiamo aspettare la relazione della Troika” ha concluso la Merkel.

Fuori, l'inferno sono almeno 40.000 - secondo le stime della polizia greca - i manifestanti che si sono radunati in piazza Syntagma ad Atene, davanti al Parlamento. Il raduno è stato convocato dai sindacati Adedy e Gsee per protestare contro le nuove misure di austerità richieste dalla troika al governo greco e contro l'odierna visita della cancelliera tedesca Angela Merkel.
Qui un fitto lancio di bottiglie di plastica ha colpito il convoglio che ha trasportato Angela Merkel al palazzo del governo. I dimostranti ha lanciato anche sassi sugli agenti schierati. In precedenza, un gruppo di manifestanti aveva preso di mira una barricata della polizia, nel tentativo di arrivare al palazzo del governo dove era collocato il colloquio Merkel-Samaras. Gli agenti antisommossa hanno però respinto gli assalitori con l'uso di gas lacrimogeni. Uno gruppo di giovani con il volto coperto ha lanciato alcune bottiglie incendiarie e petardi fumogeni contro una squadra di poliziotti in tenuta anti-sommossa schierati in via Panepistimiou, nei pressi di piazza Syntagma. Infine, i dimostranti che protestano contro la visita di Angela Merkel hanno bruciato una bandiera con la svastica in piazza Syntagma. Numerosi scontri si sono registrati ad Atene anche all'ospedale Henry Dunant, che si trova davanti l'ambasciata Usa nella capitale greca. La polizia ha lanciato più volte dei lacrimogeni per impedire di avanzare ad un corteo spontaneo dei dipendenti della struttura, che volevano manifestare contro la visita di Angela Merkel. I dipendenti, che non ricevono salario da 8 mesi, hanno poi gettato bottiglie contro gli agenti.

Tutte le manifestazioni di protesta organizzate per oggi dai sindacati e dai partiti politici erano state proibite ieri dalla polizia per limitare l'eventualità di incidenti, ma come poi si è visto nulla è stato sufficiente a fermare la rabbia dei greci. La cancelliera tedesca è arrivata nella capitale ellenica per discutere con il premier Antonis Samaras ed il presidente Karolos Papoulias delle riforme che restano da fare per convincere la Ue a sborsare la prossima tranche di aiuti da oltre 31 miliardi di euro. Samaras, invece, ha cercato di ottenere l'appoggio della Merkel sugli sforzi della Grecia e la sua approvazione per “ammorbidire” alcune delle rigide misure di austerità richieste dalla Ue al governo di Atene.

Fonte: http://www.you-ng.it/news/politica-e-attualita/item/3912-merkel-in-visita-ad-atene-e-la-grecia-insorge.html

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog