Medvedev: la guerra all'Iran catrastrofica per il Medio Oriente

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

http://italian.irib.ir/media/k2/items/cache/be5c0d509cd155f7b67d79c148453bb5_L.jpgIl presidente russo Dmitry Medvedev ha messo in guardia dalle conseguenze "catastrofiche" che potrebbero avere le minacce di aggressione contro l'Iran. Secondo quanto riportato dall'Associated Press, Medvedev, in visita a Berlino, ha affermato che la minaccia di utilizzare la forza puo' provocare una guerra "e questa per il Medio Oriente potrebbe essere una catastrofe". Anche il ministro degli Esteri di Mosca, Sergei Lavrov ha definito "imprevedibili" le conseguenze di un attacco alla Repubblica Islamica. La scorsa settimana, in un'intervista rilasciata al quotidiano israeliano "Ynet", l'ex direttore dei servizi segreti israeliani (Mossad), Ephraim Halevy, ha detto che un'azione militare contro l'Iran avrebbe delle ripercussioni "non solo per Israele, ma per l'intera regione per cento anni". Intanto il direttore generale dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica (AIEA), Yukiya Amano, è atteso presentare a breve il nuovo rapporto sulle attivita' nucleari iraniane, rapporto che conterrebbe presunte nuove informazioni sul caso. Tuttavia la visita di Amano a Washington, proprio alla vigilia della pubblicazione del rapporto, e i suoi incontri con i funzionari americani, ha gettato forti sospetti sulla sua obiettività e sincerità. Nelle scorse settimane il regime israeliano ha rinnovato la sua retorica aggressiva contro l'Iran. Il capo dell'entita' sionista, Shimon Peres, ha minacciato il 6 novembre che un attacco contro la Repubblica Islamica sta diventando "sempre più probabile". Teheran ha smentito le accuse inerenti all'esistenza di un programma nucleare clandestino, affermando che in quanto paese firmatario del Trattato di non proliferazione, ha il pieno diritto di sviluppare la tecnologia nucleare per scopi pacifici. Nel frattempo le autorita' iraniane hanno promesso una risposta schiacciante a qualsiasi attacco militare contro il paese, avvertendo che tale reazione potrebbe tradursi in una guerra che passerebbe i confini del Vicino Oriente. ( Fonte: http://italian.irib.ir)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog