Made in Italy? No, Made in China

http://www.ilfuturista.it/images/resized/images/stories/attualita3/madeinchinajpg_200_200.jpgDall’inizio della globalizzazione, oramai, ci lamentiamo del fatto che il mercato cinese ha massacrato il Made in Italy, infatti gli infaticabili negozietti cinesi li trovi ad ogni angolo di strada, pronti a venderti migliaia di copie (spesso malfatte) di borse e vestiti italiani.

 

Eppure stavolta, non sono stati i cinesi a propinarci un finto Made in Italy a casa nostra, ma al contrario. Sono stati gli italiani, ad essere accusati di truffa per aver venduto nella via centrale di Pechino, finti mobili di manifattura italiana ai cinesi. Il Da Vinci, un falso brand rivenditore di mobili, poco tempo fa, aveva aperto il suo store sul lato nord del viale della lunga Pace a Pechino, avviando così il suo giro d’affari vendendo mobili, a suo dire, fabbricati in Italia. Invece i pezzi venivano fabbricati a Shenzhen vicino a Hong Kong. Il compensato veniva spacciato per legno massello, la vernice puzzava e le dimensioni erano notevolmente diverse da quelle illustrate nei depliant. In più i prezzi superavano quelli italiani. La cosa è stata subito smascherata e ora il Da Vinci è stato inondato da una valanga di richieste di rimborsi e risarcimenti. I cinesi avranno pure imparato ad essere degli ottimi fabbricanti di falsi d’autore, ma quando comprano italiano esigono autenticità e qualità. ( Fonte: www.ilfuturista.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog