Ma questo La Russa chi sarà mai?

http://www.ilfuturista.it/images/resized/images/stories/politica/la%20russa%20concentrato_200_200.jpgMa questo Lukashenko chi è? La domanda, amletica come i dubbi sul perché ce lo abbiano messo là, è sorta spontanea non ad un tizio qualsiasi, ma a uno che di mestiere (e quindi non per hobby) fa il ministro. E per giunta della difesa, non delle sagre padane. Il fatto è che durante la puntata di ieri di Ballarò, Ignazio La Russa è stato sorpreso a chiedere informazioni ad uno dei suoi collaboratori su chi fosse il dittatore bielorusso. Tirato precedentemente in ballo da Pierferdinando Casini, in quanto amico di Berlusconi. Ecco che al rientro dallo stacco pubblicitario, le telecamere (comuniste) della Rai tv di stato, immortalano ‘Gnazio che si rivolge ad un componente del suo staff ponendo la domandina magica: «Ma chissu chi n’è?». Ce n’è abbastanza per un’interrogazione parlamentare, o per un sondaggio magari su Chi, circa le motivazioni del lapsus.

 

Ma si sa, il ministro che ama la mimetica e la indossa appena può, anche se il servizio di leva pare non l’abbia poi granchè fatto, non disdegna le uscite in grande (o in piccolo) stile. Frizzi e lazzi, per intenderci, palcoscenici e feste in frac. Ma può anche trasformarsi in arcigno buttafuori, come in occasione di una memorabile conferenza stampa a Palazzo Chigi quando assunse le sembianze di una testa di cuoio e “accompagnò gentilmente” alla porta uno che si era permesso (che insolente!) di rivolgere una domanda a Berlusconi.

 

Eccolo ‘Gnazio: double face, concavo, convesso, urlatore, insultatore ufficiale della camera dei deputati. E purtroppo anche ministro della repubblica. ( Fonte: www.ilfuturista.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog