Lunga vita ai flaconi

http://www.abbiatiefabbri.it/immagine_generica_foto/20080303121712-flaconi_madeira.jpgI britannici mostrano qualche segno di “stanchezza verde”: la rivoluzione dei contenitori riutilizzabili è stata rimandata a tempi futuri.

 

La prima offerta di detersivi alla spina in un supermercato del regno risale a 12 anni fa, scrive l’Independent, ma non si è mai andati oltre i test. Una prova recente in cinque punti vendita di una catena di supermercati è risultata “deludente”, scrive l’Independent. I consumatori potevano risparmiare soldi e inquinare meno, ma pochi ne hanno approfittato. Forse dipende dai dispenser usati: un rapporto del governo indica che sono scomodi da usare e richiedono tempo perché i consumatori si abituino.

 

Dalla prova risulta che solo nelle prime due settimane c’è stato un buon volume di vendite. Poi pochi clienti hanno riusato il contenitore, pensato per dieci riempimenti, più di un paio di volte. Altre catene di supermercati, visti i risultati, non intendono installare i dispenser. Tuttavia, le macchine sono presenti nei negozi specializzati, e oltre ai detersivi distribuiscono anche latte e caffè. I test inoltre hanno dato risultati positivi in altri paesi.

 

Finora i maggiori problemi dei prodotti alla spina sono il fatto che producono un po’ di sporcizia e confusione, e che costano molto. Spesso i consumatori possono trovare prodotti tradizionali più a buon mercato di quelli alla spina. Inoltre il prodotto messo in vendita deve piacere ai clienti. Comunque la vendita alla spina può far risparmiare migliaia di flaconi di plastica, più della metà dei quali finisce in discarica invece di essere riciclata.

 

Internazionale, numero 884, 11 febbraio 2011

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog