" Lombardia, il candidato governatore grillino è Silvana Carcano" a cura di Paolo Stefanini

http://www.linkiesta.it/sites/default/files/imagecache/immagine_620_fixed/uploads/inline-files/28228/silvana-carcano-beppe-grillo.jpgQuarantun anni, di Paderno Dugnano, libera professionista «nel campo della rendicontazione sociale, ambientale, di sostenibilità delle aziende». Il candidato del M5S in Lombardia promette «attenzione alle piccole e medie imprese ed eliminazione del finanziamento alle scuole paritarie e alle strutture sanitarie private»

l curriculum vitae del candidato governatore:

41 anni
Professione: Libero professionista
Titolo di studio: Laurea in Economia e Commercio, indirizzo Economia Politica

Chi sono: Orgogliosa madre di due splendide figlie, di 9 e 7 anni. Lettrice vorace di romanzi e saggi. La grande passione della vita? La politica (sin dalle superiori come rappresentante d'istituto, ma sempre fuori da organizzazioni di partito) e la scrittura (appena posso scrivo)

Istruzione:
Laurea in Economia e Commercio, indirizzo Economia Politica, tesi di laurea in Economia del Lavoro
Auditor dei Sistemi di Gestione Ambientale secondo la UNI EN ISO 14001 e ISO 19011:2003

Esperienze lavorative:
Dal 1998 al 2000: dipendente presso l’ufficio del Personale di Accenture
Dal 2000 al 2006: Responsabile Gestione e Sviluppo del Personale presso Bosch Rexroth
Dal 2006 a oggi:
- libera professionista nel campo della Rendicontazione Sociale, Ambientale e di Sostenibilità delle aziende
- consulente in tema di salute, sicurezza e benessere: valutazione del rischio stress lavoro-correlato e in generale dei fattori di rischio psicosociale (burnout, mobbing, molestie)

Pubblicazioni:
Ho partecipato alle pubblicazioni:
- documento di ricerca n° 3, “Reporting ambientale e valore aggiunto”,2007, GBS, Giuffrè
- documento di ricerca n. 11 “La rendicontazione sociale territoriale”, 20011, GBS, Giuffrè
- Linee Guida del Progetto Q-RES (Qualità e Responsabilità Etico Sociale delle imprese), pubblicazione Liuc Papers n 95, Serie Etica, Diritto ed Economia 5, Suppl. a 10/2001

Attività nel sociale:
- Faccio parte di Salviamo il Paesaggio sia di Paderno D.no che del Nord Milano e seguo la questione della compilazione del censimento degli immobili sfitti
- Faccio parte del CCIRM (Comitato Cittadini Interramento Rho-Monza) e Comitato NO.I (No Inceneritore a Paderno)
- Ho fattivamente supportato il Forum Acqua Pubblica e Quorum Zero Democrazia Diretta
- Sono socia Fondatrice di Ars Libre, Associazione culturale di Promozione Sociale di Paderno
- Durante le due maternità ho fatto la Dialogatrice in strada per Save the Children, raccogliendo fondi per questa onlus di cui da anni sono una sostenitrice attiva.

Dichiarazione di intenti:

Agirò per:
- avere una Regione in cui la dignità dell’essere umano torni a essere perno centrale, favorendo le attività creative, lo sviluppo del patrimonio culturale, artistico, musicale e turistico
- promuovere la valutazione dell’impatto sanitario delle politiche regionali di trasporti, urbanistica, ambiente, lavoro ed educazione
- favorire le piccole e medie imprese, gli artigiani, le produzioni locali e quelle a km 0 o a filiera corta, per applicare disincentivi alle aziende che generano danni sociali e ambientali, anche con tassazioni sui materiali e sulle emissioni/inquinanti, e per sostenere il settore non profit
- favorire le economie agricole (il contadino è uno dei mestieri più alti per l’essere umano), l’indipendenza dell’agricoltura dalle industrie e la rinascita della campagna fertile lombarda
- potenziare le scuole e le strutture sanitarie pubbliche

Favorirò la diffusione del modello della decrescita:
1. meno energia: risparmio energetico e crescita dell’efficienza energetica
2. meno materiali: recupero della materia, raccolta differenziata porta a porta e puntuale, sviluppo dei sistemi di Trattamento Meccanico Biologico e progressivo spegnimento degl’inceneritori
3. meno petrolio: incentivazione delle fonti di produzione energetica pulita, con possibilità di vendere energia anche agli impianti di micro-generazione
4. meno cemento: stop alla cementificazione e al consumo di suolo, concessioni di licenze edilizie solo per demolizioni e ricostruzioni o per cambi di destinazioni d’uso di aree industriali dismesse, finanziamenti per attività di riassetto idrogeologico, ripiantumazione e mitigazione ambientale
5. meno auto: piano di trasporto pubblico non inquinante con potenziamento del parco treni per i pendolari, reti di piste ciclabili, blocco delle nuove autostrade lombarde (TEEM, PEDEMONTANA, RHO-MONZA) e finanziamento di progetti di gestione integrata dei mezzi di trasporto.

Fonte: www.linkiesta.it

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog