Lodigiano: il disagio dei pendolari. Si muove il PD con la manifestazione " Di Stazione in Stazione"

Il PD promuove a livello regionale un tour nelle 415 stazioni ferroviarie lombarde.

Si tratta di un’indagine sulle disfunzioni e le criticità del sistema, ai quali il Governo risponde con tagli e aumento delle tariffe.

 

“Il regalo  per la Lombardia (che conta 750.000 pendolari al giorno) è di meno 300 milioni di euro - dichiara Fabrizio Santantonio, Consigliere Regionale PD - e avremo un aumento dal 15 al 35% di biglietti e abbonamenti. Nel problema, si apre anche quello che riguarda le piccole stazioni. Lo scarso traffico, la bassa frequentazione e la progressiva sostituzione del personale con l’introduzione di nuove tecnologie per il controllo a distanza e quindi l’assenza di operatori ferroviari, rischia di determinare un peggioramento in termini di sicurezza e decoro degli spazi. Abbiamo quindi presentato in Regione – prosegue Santantonio - una proposta affinché sia possibile attivare interventi di riqualificazione anche in collaborazione con associazioni locali no profit, tra quelle iscritte all’albo del volontariato, così come previsto dalla normativa vigente, con le quali stipulare accordi di gestione di spazi e attività di interesse pubblico”.

 

Nei prossimi giorni, il Consigliere Regionale PD, insieme ai segretari dei circoli di Casalpusterlengo, Codogno, Lodi, Maleo, Orio Litta, Ospedaletto, Santo Stefano Lodigiano, Secugnago, Tavazzano con Villavesco, sarà nelle stazioni ferroviarie del Lodigiano per compilare un questionario, al fine di avere uno strumento reale per valutare la situazione surreale che stiamo vivendo.

 

Il questionario raccoglierà informazioni in merito al costo del biglietto per Milano, sull’orario di apertura della biglietteria e sulla presenza di quella elettronica e delle obliteratrici, sullo stato di sottopassi, banchine, treni, sale d’aspetto, pulizia, sicurezza e servizi di accesso.

 

Una volta raccolti i dati richiesti, ad ogni stazione verrà dato un voto. I risultati, con le testimonianze raccolte in stazione e sui treni, saranno pubblicate sulla pagina facebook del gruppo regionale PD (www.facebook.com/pdregionelombardia) e sui siti (www.pdregionelombardia.it – www.pdlodigiano.it) e presentati in Regione.

“Non è solo la crisi – conclude Mauro Soldati, Segretario Provinciale PD. In questi anni sono stati sperperati miliardi di euro, cosicché il centrodestra, nell'incapacità di individuare le priorità, ci presenta una situazione in cui anziché dar risposta agli investimenti necessari, realizza tagli indiscriminati. Per il nord è il risultato di chi è troppo impegnato a sistemarsi il fazzolettino nel taschino, anziché a dare una risposta ai problemi. Basta un po’ di buonsenso per capire che è meglio investire sul trasporto ferroviario anziché per il Ponte sullo Stretto di Messina”.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog