Lodi. Raccolta differenziata: il successo del porta a porta

  • oleg
  • Lodi

http://www.comune.lodi.it/lodisostenibile/images/Astem1.jpgSi è conclusa la sperimentazione della raccolta rifiuti porta a porta avviata nelle vie del centro storico lo scorso 16 maggio.

 

Dopo due mesi dall’inizio della campagna varata da Astem e dal Comune di Lodi, i risultati sono altamente soddisfacenti, con un trend in continua crescita, che oggi supera il 71,1% di raccolta differenziata nel centro storico, alzando il dato generale della città, passato dal 44,4 % del maggio 2010 al 49,3 % registrato a fine giugno.

 

Terminata la fase sperimentale, dal primo luglio sono iniziate le sanzioni (dai 50 ai 500 euro) per chi infrange le regole della nuova modalità di conferimento, che ad oggi interessa più di 8500 cittadini. I comportamenti scorretti riguardano l’erronea esposizione dei rifiuti, il mancato rispetto dei giorni di raccolta o l’abbandono indiscriminato e selvaggio della spazzatura.

 

Da qualche giorno inoltre il Comune ha attivato un servizio speciale a chiamata (tel. 0371.4502245) per il ritiro dei pannoloni, rivolto a chi, vivendo con bambini in fasce e anziani non più autosufficienti, necessita di un incremento della raccolta del secco non riciclabile.

 

“I lodigiani nel complesso hanno dato dimostrazione di responsabilità e di civiltà – ha annunciato il sindaco di Lodi, Lorenzo Guerini - abbiamo chiesto loro collaborazione e la risposta è stata incoraggiante. E lo abbiamo fatto sia per adeguarci ad una disposizione normativa che per una scelta politica secondo cui riteniamo fondamentale il riciclo”.

 

Tra i dati diffusi da Astem, particolarmente interessante risulta il crollo della frazione secca, passata dalle 280 tonnellate del 2010 alle 90 tonnellate del maggio 2011, calo dovuto in parte alla diminuzione generale dei consumi e in parte all’aumento della frazione umida (da 44 a 69 tonnellate) e del vetro.

 

Entro settembre è prevista l’estensione del sistema di raccolta porta a porta ad altre zone del centro, coinvolgendo via Trento Trieste, via Vignati e via Agnelli, nel tentativo di contrastare il fenomeno della “migrazione” dei sacchetti, ovvero l’abbandono di rifiuti in zone limitrofe a quelle inserite nel sistema.

 

“Penso sia doveroso ringraziare i cittadini che si impegnano nel rispetto delle regole sul tema dei rifiuti, che ha un impatto notevole sulla vita quotidiana. - ha dichiarato Simone Uggetti, Assessore all’ambiente per il Comune di Lodi - Ora siamo alla fase due, quella in cui alle raccomandazioni seguono le sanzioni. E questo perché è necessario evidenziare che il rispetto delle regole deve valere per tutti». ( Fonte: http://www.comune.lodi.it/lodisostenibile/r8.htm)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog