Lodi. La grande musica al Verri con la chitarra classica di Emanuele Buono. ( 10/ 09/ 2010)

  • oleg
  • Lodi

Ultimo appuntamento della stagione internazionale di chitarra classica, venerdì 10 settembre (ore 21.15, Aula Magna Liceo Verri di via San Francesco), con ospite il giovane ma già affermato Emanuele Buono, un artista che nelle sue esibizioni colpisce sempre il pubblico per la sua assoluta sicurezza nel padroneggiare lo strumento e per l'intensità interpretativa. Si chiude così la quinta edizione della fortunata rassegna promossa dal Comune di Lodi in collaborazione con l'Atelier Chitarristico Laudese ed il contributo della Provincia di Lodi:

"Quella che nel 2006 sembrava quasi una "scommessa" - commenta l'assessore comunale alla cultura, Andrea Ferrari - si è rivelata una proposta di grande qualità e capace di suscitare crescenti consensi, con un seguito di pubblico straordinario e recensioni della critica sempre lusinghiere, tanto da conquistare un posto ormai definito nel panorama nazionale delle manifestazioni dedicate alla chitarra classica. Il merito è tutto della passione e della competenza dei responsabili dell'Atelier Chitarristico Laudense, ed in particolare del direttore artistico Mario Gioia, che con il suo entusiasmo ha contagiato anche l'amministrazione comunale, che è stata ben felice di sostenere il suo progetto e continuerà a coltivare questa importante collaborazione, grazie alla quale sono giunti a Lodi alcuni dei principali protagonisti del chitarrismo internazionale"

Nato a Torino nel 1987, Emanuele Bono inizia giovanissimo gli studi di chitarra classica. Nel 2005 si diploma, a soli 18 anni, con il massimo dei voti e la lode al conservatorio "G. Verdi" di Milano. Dal settembre 2005 ha approfondito gli studi di chitarra con il maestro Paolo Pegoraro all'accademia "Francisco Tarrega" di Pordenone dove ha conseguito il diploma di specializzazione triennale di alto perfezionamento. Ha frequentato, inoltre, i corsi di perfezionamento all'Accademia Chigiana di Siena, tenuti da Oscar Ghiglia, ottenendo il diploma di merito e una borsa di studio. Nel suo percorso chitarristico ha ottenuto riconoscimenti in numerosi concorsi nazionali ed internazionali: 1° premio assoluto al concorso nazionale di Lamporecchio nella categoria "senza limiti di età"; 1° premio al concorso "Ebe Cazzaniga Ansalone" di Abbiategrasso; 1° premio al concorso nazionale di chitarra "città di Parma"; 1° premio al concorso internazionale di Gargnano; 1° premio al concorso internazionale di Spalato (Croazia); 1° premio al concorso internazionale di Camogli "Ruggero Chiesa" (dove si è aggiudicato anche il premio per la migliore esecuzione di un brano romantico e il premio "Francesco Desgaco" assegnato con voto del pubblico); 1° premio al prestigioso concorso internazionale "Parkening" organizzato dalla Pepperdine University di Malibu (nell'ambito della cui finale si è esibito in veste di solista interpretando il "Concerto in Re" op. 99 di M. Castelnuovo-Tedesco, accompagnato dalla Los Angeles Chamber Orchestra). Viene regolarmente invitato a tenere recital in vari festival chitarristici. Il 5 maggio 2008 si è esibito in qualità di vincitore del XVIII concorso nazionale di chitarra Città di Parma all'auditorium N. Paganini di Parma. Il 27 settembre 2008 ha ricevuto, nell'ambito del XIII Convegno Internazionale di Alessandria, il prestigioso riconoscimento "La chitara d'oro" quale miglior giovane concertista dell'anno.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog