Lodi: Efficienza Energetica, onorati gli impegni del Patto dei Sindaci

  • oleg
  • Lodi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

http://www.comune.lodi.it/lodisostenibile/images/teatro.jpgNonostante i tagli del “Patto di stabilità” il Comune procede con le azioni virtuose.

L’attenzione al risparmio energetico è centrale nelle politiche dell’Amministrazione comunale, che persegue gli obiettivi e gli impegni presi in Europa con il Patto dei Sindaci di riduzione delle emissioni di CO2 del 20% in città entro il 2020.

Da tempo sono in atto infatti importanti azioni sull’efficienza energetica e la produzione di energia solare. Significativi gli interventi sul patrimonio edilizio negli ultimi due anni (in parte ancora in corso). In particolare nel biennio 2009–2011, grazie alla collaborazione con ASTEM, sono state sostituite le caldaie esistenti con caldaie a condensazione ad alta efficienza, migliorato e coibentato il sistema di distribuzione, introdotta la tele gestione e la regolazione con valvole termostatiche in numerosi edifici di proprietà. Gli interventi sono stati realizzati a ‘costo zero’, in quanto finanziati da ASTEM, che può ripianare i costi dell’investimento grazie al risparmio energetico ottenuto.

Il risultato per il Comune è doppiamente virtuoso: impianti nuovi a costo zero, un piccolo risparmio economico sulla gestione ed un significativo contributo alla riduzione delle emissioni inquinanti del proprio patrimonio immobiliare. Alcuni esempi aiutano a chiarire. Al Teatro alle Vigne è stata riqualificata la centrale termica, sostituite le vecchie macchine dell’impianto di riscaldamento ad aria con macchine efficienti con recuperatore di calore, migliorata la distribuzione e la regolazione, introdotta la telegestione: grazie a ciò si è dimezzato il consumo energetico degli anni precedenti. Alla scuola Cabrini sono state installate due caldaie a condensazione, migliorata e coibentata la distribuzione, installate le valvole termostatiche sui radiatori. Anche in questo caso l’efficienza si è tradotta in un risparmio notevole (34% rispetto agli anni precedenti), pari a circa 36.000 metri cubi di gas: le spese di riscaldamento della scuola si riducono di 24.000 euro l’anno.

Conclusi nel corso dell’estate 2010 gli interventi sulle scuole di via Barzaghi e di Viale Calabria, Villa Braila, e gli spogliatoi della cascina Faustina. Prematuro un bilancio definitivo, ma sono buoni i risultati finora raggiunti (gli interventi si ripagano con i risparmi energetici), con ulteriori margini di miglioramento nel corso della seconda stagione termica di funzionamento, grazie al monitoraggio e al controllo degli impianti. Ancora in corso invece gli interventi per la riqualificazione energetica dell’edificio municipale, iniziati nel 2010 con il rifacimento della distribuzione e l’installazione di valvole termostatiche, grazie alle quali si è ridotto del 14% il consumo. Terminate le operazioni sulla centrale termica (ottobre 2011) si prevede un risparmio ulteriore, che potrà arrivare al 30% dei consumi storici.

In futuro l’intervento più significativo riguarda la scuola dell’infanzia Akwaba. L’intervento - quasi 650 mila euro - consentirebbe la riqualificazione dell’edificio, la riduzione del 90% del fabbisogno energetico, un miglioramento del comfort grazie ad un intervento sull’involucro (cappotto termico, rifacimento del tetto in amianto, sostituzione parziale degli infissi e totale dei vetri, coibentazione degli spazi a terra dell’area gioco) e di riqualificazione degli impianti. Ma l’operazione, sostenibile per le casse comunali grazie ad un finanziamento della Regione Lombardia ed ai risparmi previsti, non può ancora essere messa in campo a causa dell’irrazionale rigidità contabile imposta dal Patto di Stabilità agli Enti Locali.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog