Lodi e il Po di Lombardia protagonisti del Salone del Gusto di Torino

Torino ospiterà dal 21 al 25 ottobre negli spazi del Lingotto il Salone del Gusto, certamente il più importante appuntamento internazionale dedicato all’enogastronomia.

Giunto alla sua ottava edizione, consacra in maniera compiuta la propria vocazione internazionale e si afferma come un momento centrale nel calendario di chiunque al mondo abbia a cuore il cibo. Insieme a Terra Madre, con la quale costituisce ormai due parti inscindibili e interconnesse che dialogano fittamente tra di loro, il Salone del Gusto è forse l’unico luogo al mondo dove contadini e artigiani, il mondo della cultura accademica e i cuochi, grandi cultori dell’enogastronomia e “semplici” neofiti si possono incontrare, dando vita a scambi e amicizie.

È il luogo dove si realizza una fitta rete di relazioni nel nome di un cibo sostenibile, che sappia ancora trasmettere gioia, e a cui sia restituito il suo pieno valore. Il Salone del Gusto è quindi un evento educativo, perché permette di imparare, conoscere, confrontare e informarsi, ma tutto questo si realizza nel nome di un diritto al piacere molto responsabile e pienamente condiviso. È soprattutto una festa, fatta per conoscere ciò che mangiamo e celebrare l’umanità che è coinvolta nella sua produzione.
Il Lodigiano sarà presente alla manifestazione con la Raspadura, i salumi tipici e la Torta di Lodi, che la Strada del Vino e dei Sapori si occuperà di presentare alle migliaia di visitatori.

La formula scelta è quella delle degustazioni guidate, in modo che al di là dell’assaggio, i visitatori possano apprezzare la storia dei prodotti, le tecniche produttive ed il forte legame con il territorio da cui provengono.

Ma la presenza lodigiana sarà comunque inserita in un ambito allargato, quello del Sistema Turistico Po di Lombardia, che mettendo a sistema la Province di Pavia, Lodi, Cremona e Mantova, cerca di rendere più competitiva l’offerta turistica locale, in questo caso garantendo spazi espositivi molto superiori a quelli cui le singole province avrebbero potuto ambire partecipando da sole.
Le Strade e gli operatori:
Strada del Vino di San Colombano e dei Sapori Lodigiani
Strada del Gusto Cremonese
Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani
Strada del Vino e dei sapori dell’Oltrepò Pavese
Consorzio Agrituristico Mantovano Verdi Terre d’Acqua
Associazione Sorridi di Gusto

Fonte: Sito Provincia di Lodi

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog