Lodi: arriva la Casa dell'Acqua

  • oleg
  • Lodi

macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti

http://www.comune.lodi.it/lodisostenibile/images/acqua1.jpgL’acqua del Sindaco è la più buona

Il Comune di Lodi in collaborazione con SAL - Società Acqua Lodigiana - avvierà nei prossimi mesi la costruzione del primo impianti “Casa dell’acqua”, un progetto che intende promuovere l’utilizzo dell’acqua pubblica di qualità. La delibera è stata approvata il 12 Settembre 2011 ed i lavori avranno luogo tra gennaio e febbraio 2012.

Le Case dell’acqua sono piccole “stazioni di rifornimento” pubbliche dove i cittadini possono spillare gratuitamente acqua frizzante o naturale, filtrata.

L’iniziativa prevede di posizionare il primo impianti in via Tortini, nei pressi della scuola elementare Arcobaleno. La seconda, invece, nei mesi successivi, sarà nei pressi degli orti in zona Selvagreca. La posizione delle stazioni riflette una scelta precisa: a San Fereolo, uno dei quartieri più popolosi della città, il servizio si integra con il tessuto urbano e, essendo previsto di fronte ad una scuola, riveste una funzione sociale ed educativa; in zona Selvagreca, la casa dell’acqua si integrerà con il progetto degli orti sociali in modo da rafforzare ulteriormente il processo di riqualificazione della zona a verde tra la nuova tangenziale e la città.

Con questi punti di distribuzione intendiamo veicolare in modo positivo il valore di un bene pubblico come l’acqua, più controllata di quella confezionata nelle bottiglie di plastica, visto che SAL effettua analisi di laboratorio ogni giorno. Inoltre questo sistema fa bene all’ambiente perché diminuisce l’inquinamento derivante dalla plastica e dall’anidride carbonica prodotta dai mezzi utilizzati per le varie consegne, dalla sorgente al consumatore.

Si stima che ogni singola “Casa” eroghi 2.500 litri ogni giorno, che equivalgono a circa 1.700 bottiglie in plastica da un litro e mezzo. In un anno, quindi, prelevando l’acqua dalle “Case dell’acqua” non si utilizzano circa 620 mila bottiglie. Dato che tradotto in numero di mezzi pesanti circolanti per il trasporto delle confezioni d’acqua significa 65 tir in meno su strade e autostrade.

Insomma, l’acqua del sindaco sarà ancora più buona, economica e controllata, non inquina e aiuta l’ambiente.

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog