Largo ai giovani. Sì, ma quali?

http://www.ilfuturista.it/images/resized/images/stories/attualita/giovani_200_200.jpgLargo ai giovani. Sì, ma quali? Le cronache delle rivolte nordafricane hanno messo in evidenza un dato eccezionale. Come, per esempio, quel 75 per cento della popolazione algerina che ha meno di 30 anni. Un'enorme potenzialità per il futuro, quando c'è chiaramente, e un'ipoteca sugli assetti demografici di una nazione. In Italia le cose vanno purtroppo diversamente. Non è una novità che il nostro indice di natalità è tra i più bassi del mondo. Difficoltà economiche, precarietà, incertezze sul futuro e, in misura minore, un cambio nei costumi.

 

I dati illustrati dal direttore del Censis, Giuseppe Roma, spiegano che il trend negativo continua inesorabile. Dal 2000 al 2010 l'Italia ha perso più di due milioni di cittadini di età compresa tra 15 e 34 anni, cedendo quindi ricchezza e speranza. Scenario allarmante che non lascia scampo alla classe dirigente: urge una seria politica di sostegno alle nuove generazioni. ( Fonte: www.ilfuturista.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog