" La vera peste? I cortigiani del Cav " di Francesco De Palo

http://www.ilfuturista.it/images/resized/images/stories/politica5/peste_200_200.jpgScriveva Ralph W. Emerson che finché un uomo pensa egli è libero. Contrariamente aprirà una pagina bianca del libro della vita e la foraggerà semplicemente con il nulla. «Vedere un presidente della Camera e un ex presidente della Camera, i cui partiti di riferimento insieme non raggiungono il 10%, cercare il pretesto per varare un ribaltone, fare il tifo per la speculazione finanziaria, collaborare con quei poteri che puntano a commissariare la sovranità popolare con la tecnocrazia, è penoso e inqualificabile», ha detto il parlamentare del Pdl, Fabio Rampelli.

 

Invece vedere un premier vecchio e un po’decrepito impartire ancora ordini (soprattutto disordini) a cortigiani supini e senza idee, non è solo penoso e inqualificabile: è anche una vergogna. Sì, il termine corretto è vergogna: non solo per gli asset finanziari mondiali inascoltati, per una casta che si autoalimenta a dismisura, per un ceto parlamentare ancora travolto da scandali e inchieste. Vergogna per chi innaffia ancora un esecutivo impresentabile, per chi disprezza le istituzioni, per chi non ha compreso come il punto del non ritorno sia drammaticamente vicino. La vera peste che si insinua nelle strade del paese sono proprio loro, il popolo di cortigiani del premier che non lo limitano, che ne amplificano sciocchezze e boutade, che aggiungono fiele a quello che il loro capo ha già sparso in ogni dove. Che si vantano del consenso popolare ma poi hanno timore che qualcuno lanci loro tonnellate di monetine. Che millantano percentuali bulgare e poi tentano accordi in extremis per non essere cancellati dalla mappa della politica. Che hanno una paura folle della piazza, altro che predellini e strette di mani.

Fanno quasi compassione questi signori reduci di un mondo che non c’è più, di una politica senza più ossigeno, già di ieri. E allora li aspettiamo tutti al varco, abbiano il coraggio di rimettersi in gioco, di staccarsi da poltrone e prebende, da rendite di posizione e listini bloccati, con i vari gabbiani a fare da immancabile codazzo. Vediamo quanto prendono. Auguri.

( Fonte: www.ilfuturista.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog