La Sicilia vara l'austerity: stop a spese funerali per deputati

http://images2.wikia.nocookie.net/__cb20090710205245/nonciclopedia/images/thumb/0/0d/Moto_Carro_funebre.jpg/640px-Moto_Carro_funebre.jpgStop alle spese funerarie per i deputati defunti e tagli del 5 e 10 per cento a pensioni e vitalizi per dipendenti e parlamentari dell'Assemblea regionale siciliana. La mini-manovra, definita con l'obiettivo di ridurre i costi della politica, sara' varata domani dall'ufficio di Presidenza dell'Ars che cosi' si allineera' a quanto stabilito dal consiglio di Presidenza del Senato.

 

La manovra prevede tagli a pensioni e vitalizi di dipendenti e deputati regionali: la sforbiciata sara' del 5% per le indennita' comprese tra 90 a 150 mila euro e del 10% per chi percepisce oltre i 150 mila euro. Il risparmio, secondo alcune stime, sarebbe di circa 2 milioni di euro in tre anni. Su proposta del collegio dei questori, inoltre, sara' abolita la voce ''spese funebri'' che scattava in caso di morte di un deputato, per cui e' previsto un esborso di 5mila euro.

 

''Questi tagli – dice il deputato-questore del Pd, Baldo Gucciardi – si aggiungono a quelli che la Presidenza ha varato lo scorso anno come la riduzione delle auto blu, l'abolizione delle indennita' di aggiornamento per i parlamentari che costava circa un milione di euro e la disdetta dell'affitto della sede a Roma dell'Ars''.

 

Alcuni privilegi, pero', rimangono. Uno su tutti il ticket per i pasti alla buvette di Palazzo dei Normanni: circa 9 euro. A beneficiarne non sono solo i deputati in carica ma anche gli ex parlamentari. Insomma, basta avere alle spalle una legislatura per godere del ticket a vita: qualunque ex parlamentare puo' pranzare ogni giorno a Palazzo dei Normanni a spese dell'Assemblea regionale. ( Fonte: www.blitzquotidiano.it)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog