La carità cristiana si è fermata a Grosseto: vive in auto per 15 giorni e perde bimbo

http://www.ilcannocchiale.it/blogs/bloggerarchimg/francobrain/feto.jpgUna 23enne egiziana, all’ottavo mese di gravidanza, ha perso il suo bambino per distacco di placenta. Giovedì mattina la giovane ha avvertito forti dolori alla schiena che hanno preoccupato il marito, ma a nulla è valsa la corsa in ospedale ed il tentativo di parto cesareo. La coppia, già da diverso tempo in Italia, viveva da 15 giorni in auto dopo essere stata sfrattata da un albergo della Curia in seguito alla scadenza di contratto con i servizi sociali di Grosseto.

Il marito della donna, un egiziano di 31 anni, ha spiegato che, negli ultimi giorni, sua moglie avvertiva continui e forti dolori alla schiena, così lunedì ha voluto portarla in ospedale per un controllo.

 

Fatta l’ecografia, che non presentava nessuna anomalia, e dopo alcune analisi di routine che avevano dato esiti buoni, la donna è stata dimessa. Finché ieri la situazione è precipitata concludendosi con la morte del feto.

 

«In queste due settimane ho bussato a tutte le porte per trovare una soluzione. Ho chiesto al sindaco un posto dove io e mia moglie potessimo andare fino alla nascita del bambino. Mi sono rivolto alla Società della Salute. Alla Curia”, ha dichiarato l’uomo.

 

“Due giorni prima di essere sfrattati avevo trovato un lavoro come pizzaiolo a Marina di Grosseto, bastava aspettare e avrei avuto i soldi per pagare l’affitto di una casa. Invece nessuno ci ha aiutato, ho anche dovuto lasciare il lavoro per stare dietro a mia moglie. Adesso tutto è cambiato: mio figlio è morto e sono tutti gentili con noi. Ma non mi comprano così: voglio giustizia”, ha concluso l’egiziano.

 

Sia l’Azienda sanitaria 9 di Grosseto che il Coeso, il consorzio che gestisce i servizi sociali del Comune di Grosseto, che si sono occupati dell’assistenza della ragazza, hanno spiegato di aver fatto tutto il possibile e che “la famiglia era a conoscenza della straordinarietà di alcuni interventi”, compresi gli aiuti economici elargiti fino a maggio. ( Fonte: http://www.ilquotidianoitaliano.it)

 

Autore testo: Eleana Martiradonna/ Titolazione: Redazione Cronache Lodigiane)

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog