" La bisbetica domata" apre il prossimo 30 ottobre la Stagione Teatrale al Litta di Casalpusterlengo

Al via il prossimo 30 ottobre la stagione teatrale 2010 2011 al Municipale Litta di Casalpusterlengo. Grande apertura con " La bisbetica domata", celebre capolavoro del genio Shakespeare, interpretata dalla fortunata coppia Gravina-Siravo.

 

La bisbetica domata (The Taming of the Shrew) è una commedia divisa in 5 atti scritti sia in versi che in prosa, una festa di trame incrociate, scambi d’identità, manipolazioni linguistiche. In una Padova reinventata dall’autore, viene descritta la vigorosa conquista dell’irrequieta Caterina da parte del caparbio Petruccio, awenturiero veronese, che sposa e soggioga l’intrattabile Caterina di Padova, attirato soprattutto dalla sua dote. Il testo shakespeariano è contenuto in una cornice che rende i due protagonisti personaggi di una rappresentazione teatrale cui altri personaggi assistono in scena.

 

Una commedia nella commedia, quindi. Precede il dramma un prologo in cui un calderaio, Cristoforo Sly, è raccolto ubriaco da un signore reduce da una partita di caccia, davanti ad un osteria in aperta campagna: Sly è portato al castello, e gli fanno la beffa di trattarlo al suo risveglio come se fosse un gentiluomo che dopo lungo tempo ha ripreso l’uso della ragione e lo fanno assistere a “La bisbetica domata”. Shakespeare, in questa commedia, dimostra la sua personale sensibilità critica nei confronti del ruolo della donna del suo tempo ed analizza con grande abilità la psicologia femminile. Egli si oppone alle fredde regole sociali dei matrimoni combinati per interesse o prestigio delle famiglie e, nella figura di Caterina, ci mostra con ironia i conflitti interiori di una moglie domata dal matrimonio. Caterina mostra, al contempo, la sottile intelligenza femminile, il coraggio e l’ostinazione che la sorreggono nel rapporto difficile con Petruccio.

 

La regia di Armando Pugliese individua tre mondi nell’universo della commedia. Nel prologo e nell’epilogo troviamo quello tardo-cinquecentesco della taverna, abitata dal calderaio e dai suoi compari e raccontato con realismo quasi caravaggesco. li mondo della rappresentazione, invece, è proiettato in una sorta di futuro/immaginifico, che in realtà avrà i colori e i toni dei nostri anni sessanta. Mentre la casa di Petruccio, dove Caterina viene ‘educata’, diventa una sorta di ‘mondo dei trolls’, dove il ‘domatore’ comanda e governa i suoi servi ibseniani, per sottomettere la femmina ribelle.

 

ARMANDO PUGLIESE Nato a Napoli nel 1947, nel 1966 fonda la compagnia “Teatro studio 66”, con cui mette in scena, tra l’altro, “La cantatrice calva” di Eugene Jonesco e “La Ballata del Grande Macabro” di Michel de. Ghelderode. Dal 1968 aI 1970 frequenta a Roma l’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”. Dal 1970 al 1980 mette in scena per conto della cooperativa “Teatro Libero” di Roma alcuni lavori di grande successo, fra cui: “lwona principessa di Borgogna” di Witold Gombrowicz, “li barone rampante” di Italo Calvino, “Masianello” spettacolo di grande effetto popolare scritto dallo stesso Pugliese con Elvio Porta, “Risorgimento” di Roberto Lerici. Ha, inoltre, lavorato per gli Stabili di Roma, Genova e Catania, e per altre compagnie private. Nel 1981 inizia l’avventura artistica con la cooperativa uTeatro Sud” di Mola di Bari. Con quest’ultima ha messo in scena, fra l’altro, “Indiani” di Artur Kopit, “Eva Peron” di Copi, “Aladino” di Cerlone, “Fiaboplast” di Serio, il “Miles di Plauto”, di Pasculli, e “La guerra dei topi e delle rane” di Michele Saponaro. Nel 1986 mette in scena per la cooperativa Teatro Alfa di Catania “La fanciulla che campava di vento”, un musical di Tony Cucchiara. Con Tony metterà in scena, nel 1990, un altro musical “Don Chisciotto di Girgenti”, raccogliendo un altro grandissimo successo. Negli ultimi anni Pugliese ha diretto “Come tu mi vuoi”, “Serata Viviani”, “Venga a prendere il caffè con noi”, “Il gioco delle parti”, e “Molto rumore per nulla”.

 

TEATRO COMUNALE CASALPUSTERLENGO 30 ottobre 2010 ore 21.00

Tetro Stabile d’Abruzzo La bisbetica domata di William Shakespeare adattamento e regia di Armando Pugliese con Vanessa Gravina Caterina, la Bisbetica -‘ Edoardo Siravo — Petruccio e la partecipazione dì Giulio Farnese Battista, padre disperato. Musiche Goran Bregovic. Scene e costumi Andrea Taddei in coproduzione con Compagnia Indie Occidentali.

 

Teatro Comunale di Casalpusterlengo Piazza del Popolo, 15 lnfo e prenotazioni Numero verde 800.662413 celI. 392.6877555 - dalle 14,30 alle 19,00

Biglietti teatro platea 22 euro / ridotto 19 euro- Galleria 19 euro/ ridotto 16 euro

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog