" L'iperico" L'antidepressivo naturale e le sue proprietà antinfiammatorie e antibatteriche

Pubblicato il da Cronache Lodigiane

http://s2.macrolibrarsi.it/data/cop/big/i/iperico.gif?1257521826L’iperico o erba di San Giovanni è una pianta spontanea molto diffusa anche in Italia. È conosciuta e utilizzata dall’uomo fin dall’antichità per le sue proprietà curative in caso di tagli, ferite, scottature, ustioni e per il suo potere rinforzante del sistema immunitario; ma la gamma dei suoi impieghi terapeutici è davvero molto vasta.

Antivirale e antibatterico, negli ultimi anni, grazie alla sua azione energica, è stato riscoperto anche come valido rimedio contro gli stati depressivi e i disturbi nervosi non gravi, quali sbalzi d’umore, tristezza, insonnia.

Per ogni disturbo o disfunzione in cui sono coinvolti stati di esaurimento nervoso o di malessere cronico l’iperico si dimostra efficace e spesso risolutivo. Agendo lentamente e gradualmente in profondità sulla psiche e influenzando la capacità di autocura dell’organismo, è in grado di ripristinare l’equilibrio e la capacità di reagire agli stimoli esterni senza farsene dominare. Inoltre, utilizzato con regolarità, tende a distendere e a rasserenare, esercitando una favorevole influenza anche sulla qualità del sonno.

L’iperico rappresenta un’alternativa dolce e ad azione lenta ai farmaci convenzionali, poiché non mira a risolvere il problema con terapie miracolose ma piuttosto a consolidare quei processi che portano a un riequilibrio anche interiore della persona.

L'iperico

Giuseppe Chia, insegnante, autore e traduttore, è anche ricercatore e studioso di medicina naturale e di altre tematiche sociali e ambientali. Per Macro Edizioni ha già pubblicato Alluminio. Usi e abusi (2003).

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: