L’ex vigilessa di Fombio sarà risarcita. Aveva portato in tribunale l'Amministrazione Municipale per mobbing

Aveva trascinato il Comune alla sbarra intentando una causa per mobbing ed ora l’Amministrazione municipale di Fombio, perso il contenzioso in primo grado, è stata costretta a risarcirla: nei giorni scorsi, la giunta del sindaco Davide Passerini ha infatti deliberato l’esborso di 45mila euro, comprensivo della quota di risarcimento (30mila euro) più altre voci accessorie, da corrispondere all’ex vigilessa che, secondo l’accusa da lei formulata nei confronti dell’Amministrazione comunale, tra il 2003 e il 2004, fu di fatto relegata a lavorare presso il centro civico di Retegno in condizioni che il giudice del lavoro ha ritenuto censurabili.

 

Le misure adottate dall’ex amministrazione guidata dal sindaco Vincenzo Anelli sono state giudicate alla stregua di mobbing e la dipendente comunale, che dallo scorso mese di giugno è passata in mobilità presso il comando di polizia locale di Casale, è stata quindi indennizzata.

 

«Queste tipologie di sentenze sono di fatto esecutive a prescindere dall’appello - spiega l’attuale sindaco Davide Passerini- e quindi abbiamo dovuto prevedere le risorse necessarie che ora abbiamo liquidato. Ora però, quasi sicuramente, impugneremo la sentenza e la parola passerà alla Corte d’appello». ( Fonte: www.liberta.it)

Autore: ms

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Cedistic © 2014 -  Ospitato da Overblog